News dall' Italia

Notizie, informazioni, curiosità, avvenimenti, fatti di cronaca dalla Calabria, dall'Italia e dal Mondo.

#AVVISO_AI_NAVIGANTI: Questo sito è il frutto del lavoro volontario e INDIPENDENTE di alcuni amici calabresi legati dall'AMORE per la propria terra la CALABRIA, e non è un sito di promozione turistica ufficiale della Regione Calabria nè tantomento patrocinato dalla stessa.

Calabria News

PARCO EOLICO SELLIA MARINA, DE CAPRIO: «REGIONE DALLA PARTE DEI SINDACI»

Catanzaro - 20/04/2021
«La Regione Calabria è al fianco dei sindaci dei Comuni del Catanzarese che si battono contro quella che definiscono una speculazione per imporre ulteriori campi eolici in quei territori. Stiamo lavorando per la definizione del marchio di qualità ecologica dell’energia rinnovabile della Calabria». È quanto afferma l’assessore regionale all’Ambiente, Sergio De Caprio, al termine dell’incontro con alcuni sindaci della provincia di Catanzaro per discutere del progetto relativo all’impianto eolico da realizzare in un territorio che comprende i Comuni di Sellia Marina, Soveria Simeri, Sersale, Cropani, Cerva, Belcastro e Andali. - Clicca per saperne di più...

Covid, Poste potenzia il sistema: prenotazione vaccino anche con un sms e numero verde

Roma - 19/04/2021
Poste Italiane potenzia ulteriormente i canali per la prenotazione delle dosi vaccinali anti Covid in Sicilia. Da questa settimana infatti il servizio di call center – attraverso il numero verde 800.00.99.66 – sarà esteso anche al fine settimana, con orari dal lunedì alla domenica dalle 8 alle 20. Sempre da oggi, inoltre,la richiesta di vaccinazione sarà possibile anche via SMS.

I cittadini di tutte le Regioni che hanno adottato la piattaforma realizzata da Poste Italiane – compresa dunque la Sicilia – potranno prenotare la loro dose semplicemente inviando un sms con il codice fiscale al numero 339.9903947.

Entro 48-72 ore verranno ricontattati dal servizio clienti di Poste Italiane per procedere telefonicamente alla scelta di luogo e data dell’appuntamento. Il servizio è attivo 24 ore su 24 e non presenta costi aggiuntivi rispetto a quelli previsti per l’invio di un semplice SMS dall’operatore telefonico di appartenenza.

La prenotazione via sms si aggiunge a tutte le possibilità che Poste Italiane mette già a disposizione per i cittadini, come la piattaforma online www.prenotazioni.vaccinicovid.gov.it , gli Atm Postamat, la rete dei portalettere e il numero verde operativo 7 giorni su 7.

Covid: Per Sileri è ancora presto per togliere il coprifuoco, ma si va verso riaperture irreversibili

Roma - 18/04/2021
L'Italia va verso le riaperture anticipate al 26 aprile ma arrivano alcuni messaggi di allerta dagli esperti anche rispetto alle ipotesi, avanzate in particolare dal leader della Lega Matteo Salvini di togliere il coprifuoco attualmente previsto alle 22. "I numeri - ha affermato il sotosegretario alla salute Pierpaolo Sileri intervistato dalla Stampa - non sono ancora così buoni da abbattere le restrizioni ed è presto per togliere il coprifuoco". Sileri è, tuttavia, fiducioso e assicura che le riaperture sono 'irreversibili: non dovremo più temere di dover chiudere', visto che la campagna vaccinale avanza. Sileri invita a non correre sul coprifuoco e aggiunge che portare l'R0 di molto sotto lo 0,8 permetterà alleggerimenti. Ma ora l'incidenza nei contagi è ancora alta. Tre possibilità per ottenere il pass: la vaccinazione, un tampone nelle ultime 48 ore oppure l'aver avuto il covid nei sei mesi precedenti. Nel momento in cui si allenta, è normale che l'epidemia possa ripartire e un rischio riaperture c'è, ma abbiamo un sistema di allerta precoce per intervenire subito.

PORTO DI GIOIA TAURO, IL PRESIDENTE SPIRLÌ: «SERVE L'AIUTO DELL'EUROPA»

Catanzaro - 16/04/2021
«Il Porto di Gioia Tauro è già nel Recovery fund. È una notizia che il ministro Giovannini mi ha dato di persona nei giorni scorsi, quando sono stato a Roma per parlare di uno scalo che ritengo l’opera madre di tutte le altre infrastrutture calabresi». È quanto affermato dal presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, nel corso della visita di questa mattina al Porto di Gioia Tauro del viceministro alle Infrastrutture e Mobilità sostenibili, Alessandro Morelli. Il presidente e il viceministro hanno partecipato a una riunione operativa sulle ipotesi di interventi infrastrutturali per il porto, alla presenza del commissario straordinario dell’Autorità portuale di Gioia Tauro, Andrea Agostinelli, dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Domenica Catalfamo, e dei terminalisti. - Clicca per saperne di più...

NUOVO ACCORDO TRA WARNER BROS E SPOTIFY

USA - 16/04/2021
"We believe music and storytelling go hand-in-hand. That’s why, today we’re excited to announce our partnership with Spotify to develop a series of original podcasts around our diverse artist and songwriter catalogs.
This new development deal will give fans an up-close and personal look behind some of the biggest hit songs and the work of their favorite artists & songwriters."

"Crediamo che la musica e la narrazione vadano di pari passo. Ecco perché, oggi siamo entusiasti di annunciare la nostra partnership con Spotify per sviluppare una serie di podcast originali intorno ai nostri diversi cataloghi di artisti e cantautori.
Questo nuovo accordo di sviluppo darà ai fan uno sguardo ravvicinato e personale dietro alcune delle più grandi canzoni di successo e il lavoro dei loro artisti e cantautori preferiti"... affermano quelli della Warner Bros dopo l'accordo firmato con Spotify. - Clicca per saperne di più...

VACCINAZIONI ANTI-COVID, ABILITATI I MEDICI DI MEDICINA GENERALE

Catanzaro - 15/04/2021
Ieri mattina, nella Cittadella regionale “Jole Santelli” di Catanzaro, è stato firmato il protocollo d’intesa che definisce le modalità per il coinvolgimento dei medici di medicina generale (mmg) calabresi nella campagna di vaccinazione anti Covid-19. «Insieme al commissario Longo e a tutte le sigle interessate – dichiara il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì –, abbiamo dato seguito a livello regionale al protocollo firmato, il 21 febbraio scorso, da Governo, Regioni, Province autonome e organizzazioni sindacali della medicina generale. Da questo momento in poi, la campagna vaccinale può avere un’accelerazione decisiva su tutto il territorio calabrese». - Clicca per saperne di più...

AMBIENTE, RIPARTONO CACCIA AL CINGHIALE E PESCA SPORTIVA

Catanzaro - 14/04/2021
Nuova ordinanza del presidente Spirlì. Che chiede «prudenza e buonsenso». Attività consentite nel rispetto delle norme anti-Covid. Il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, ha firmato l’ordinanza n. 26 con la quale – nel rispetto delle misure per il contenimento dell’epidemia da Covid-19 – si dispone lo svolgimento dell’attività di selezione per la specie cinghiale, in quanto «stato di necessità per conseguire l’equilibrio faunistico-venatorio» e «limitare i danni alle colture», nonché per scongiurare il «potenziale pericolo per l’incolumità pubblica». Ripartenza anche per la pesca sportiva e dilettantistica. - Clicca per saperne di più...

Assembrati e senza mascherina bevevano birra davanti ad una pizzeria

Corigliano - 13/04/2021
Dieci persone sono state sorprese dai carabinieri della compagnia di Corigliano a bere birra davanti ad una pizzeria in violazione delle norme vigenti sul contenimento del Covid 19. I carabinieri hanno sospeso l'attività del locale di Schiavonea, frazione di Corigliano Rossano, e sanzionato il proprietario. Alla vista dei militari, gli avventori si sono dileguati, abbandonando le bottiglie di birra sul posto, mentre il proprietario è stato identificato. La sua attività è stata sospesa e il commerciante è stato sanzionato per la violazione delle prescrizioni relative all'apertura del locale oltre l'orario consentito e alla somministrazione e consumazione di bevande nei pressi dell'esercizio. E' in corso l'identificazione degli avventori grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza, poste nella zona. Il materiale è, al momento, al vaglio dei carabinieri.

INAUGURAZIONE HUB CATANZARO,IL PRESIDENTE SPIRLÌ: «INGRANATA MARCIA GIUSTA»

Catanzaro - 12/04/2021
«Continuiamo ad essere impegnati a 360 gradi in questa fase fase della campagna vaccinale con l’apertura di nuovi hub e Centri di distretto. Abbiamo ingranato la marcia giusta». È quanto ha dichiarato oggi il presidente della Regione, Nino Spirlì, durante l’inaugurazione dell’hub vaccinale allestito nell’Ente Fiera Magna Grecia di Catanzaro. In questa fase – secondo quanto comunicato dalla Protezione civile – , sulla base della disponibilità e della capacità di somministrazione, sono state attivate 5 linee vaccinali per un totale di 500 inoculazioni al giorno. A breve le le linee saranno portate a 10 con il contestuale raddoppio delle dosi somministrate. - Clicca per saperne di più...

Ambiente: rifiuti in alveo torrente, sequestra area 4 di km

ROCCELLA JONICA - 10/04/2021
Personale della Guardia costiera di Roccella Ionica, su disposizione della Procura della Repubblica di Locri, ha sequestrato un'area che si estende per circa 4 chilometri all'interno dell'alveo del torrente "Novito", al confine tra i comuni di Siderno, Locri e Gerace. La superficie è interessata dalla presenza di una vasta quantità di rifiuti solidi di ogni genere tra cui alcune classi e tipologie pericolose per la salubrità ambientale e per i delicati equilibri eco-sistemici, in quanto costituiti da materiale plastico, lastre di fibrocemento "eternit", scarti di lavorazione per edilizia, pneumatici, elettrodomestici e rifiuti solidi urbani eterogenei tra loro. Al fine di tutelare i vincoli paesaggistici di preservazione delle bellezze naturali e assicurare il rispetto delle disposizioni del testo unico ambientale, i militari hanno compiuto un controllo dell'intero fiume partendo dalla foce e risalendo tutto il greto fino al territorio comunale di Agnana Calabra.

Lutto nel giornalismo calabrese, Michele Porcelli cade in un dirupo e muore

Buonvicino - 08/04/2021
Michele Porcelli, 55 anni, regista e operatore di ripresa dell'emittente televisiva regionale LaC Tv, residente a Limbadi nel Vibonese, è morto oggi dopo essere caduto, per cause in corso di accertamento, in un burrone. La disgrazia è accaduta a Buonvicino, in provincia di Cosenza, dove l'operatore stava effettuando alcune riprese vicino ad un costone in una zona impervia quando ha perso l'equilibrio precipitando per diversi metri in un dirupo sottostante. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco del distaccamento di Scalea che dopo averlo individuato hanno recuperato l'operatore e lo hanno condotto in una radura dove i sanitari del Suem 118 e dell'elisoccorso ne hanno constatato il decesso. Nel luogo dove è avvenuta la tragedia anche i carabinieri di Diamante, che hanno avviato gli accertamenti del caso, e il magistrato di turno. -

VACCINI ANTI-COVID, ATTIVATA LA PRENOTAZIONE PER GLI OVER 70

Catanzaro - 07/04/2021
Sulla piattaforma di Poste italiane è attiva, da oggi, la prenotazione delle vaccinazioni anti-Covid per i soggetti con età superiore ai 70 anni. A comunicarlo è la Protezione civile regionale. «Sulla base della disponibilità dei vaccini – spiega la Prociv –, nei prossimi giorni saranno ampliate le agende di prenotazione» per consentire agli over 70 di «prenotare la somministrazione presso i centri di vaccinazione attualmente attivi». - Clicca per saperne di più...

Scontri alla Camera tra ristoratori e polizia: ferito un agente. Proteste ambulanti a Milano e sull'A1

Catanzaro - 06/04/2021
Proteste e tensione a Roma dove si stava svolgendo un sit-in sotto il palazzo di Montecitorio sull'emergenza chiusure per il Covid.. La situazione è degenerata e si è arrivati ad uno scontro tra manifestanti e forze dell'ordine, con lancio di fumogeni. Un poliziotto sarebbe rimasto ferito durante i disordini. La polizia avrebbe effettuato una nuova carica quando i manifestanti hanno tentato di forzare il cordone delle forze dell'ordine. Secondo quanto si è appreso alcune persone sono state identificate.
Durante la manifestazione a piazza Montecitorio di diverse categorie di esercenti, dai ristoratori ai proprietari di palestre, che chiedono la riapertura delle attività un poliziotto è rimasto ferito al volto. L'agente ha ricevuto una prima medicazione a Palazzo Chigi, sede del governo, ora verrà però portato in ospedale per un controllo più accurato.
Prima i cori “buffoni” e “libertà” poi il lancio di un fumogeno e di alcuni oggetti, infine il tentativo di sfondare il cordone delle polizia davanti alla Camera. Le forze dell'ordine hanno respinto i manifestanti che stavano rovesciando le transenne che circondano la piazza. Alcune persone sono state fermate. Il manifestante con il copricapo di pelo e le corna - e il viso dipinto col tricolore italiano - ricordava quello reso celebre dall'assalto al Parlamento statunitense a inizio anno. In precedenza in piazza Montecitorio aveva preso la parola al microfono, tra gli altri, il deputato di Forza Italia Vittorio Sgarbi. Molti dei presenti non indossavano la mascherina. Anche a Milano proteste di Ambulanti e altre categorie.

L'assessore all'Ambiente DE CAPRIO: «Passaggio importante per il Parco marino della Calabria»

Catanzaro - 06/04/2021
BORGO DEI BORGHI, DE CAPRIO: «FELICE PER IL RISULTATO DI TROPEA». «Il paesaggio, la natura, la storia, le tradizioni e la cultura sono le miniere d’oro della Calabria. Se vanno a braccetto con la tutela dell’ambiente, possono rappresentare la vera ricchezza della nostra regione. E ora a suffragare tutto questo c’è anche il riconoscimento di “Borgo dei borghi 2021” alla città di Tropea». È quanto ha dichiarato l’assessore regionale all’Ambiente, Sergio De Caprio. - Clicca per saperne di più...

TROPEA VINCE L'EDIZIONE DEL BORGO DEI BORGHI 2021

Tropea - 05/04/2021
E' la splendida cittadina di Tropea il Borgo dei Borghi 2021. La proclamazione è avvenuta l'altra sera, su Rai 3, durante una puntata speciale dell'ottava edizione del programma di grande successo che ha permesso ai telespettatori di scoprire in questi anni 260 Borghi: posti favolosi, divenuti mete turistiche tanto frequentate quanto quelle più tradizionali e che appena sarà possibile, torneranno ad essere mete ambite per appassionati d'arte, cultura e gastronomia.
Una trasmissione, condotta da Camila Raznovich che quest'anno ha visto molti personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura fare il tifo per il proprio borgo preferito. Da Maria Grazia Cucinotta a Vittorio Sgarbi, da Giobbe Covatta, Enzo Iacchetti, Claudio Gioè a Rocco Papaleo, Veronica Maya, Ficarra e Picone e tanti altri hanno postato video e commenti sui socialnetwork.
Tropea, incantevole località marinara della Calabria in provincia di Vibo Valentia, ha battuto sul filo di lana Baunei (Sardegna - Nuoro) e Geraci Siculo (Sicilia - Palermo) che sono arrivate rispettivamente seconda e terza. Le altre concorrenti erano: Issime (Valle d'Aosta- Aosta); Cocconato (Piemonte-Asti); Finalborgo (Liguria - Savona); Pomponesco (Lombardia - Mantova); Borgo Valsugana (Trentino Alto Adige - Trento); Malcesine (Veneto - Verona); Poffabro (Friuli Venezia Giulia - Pordenone); San Giovanni in Marignano (Emilia Romagna - Rimini); Buonconvento (Toscana - Siena); Corciano (Umbria - Perugia); Grottammare (Marche - Ascoli Piceno); Pico (Lazio - Frosinone); Campli (Abruzzo - Teramo); Trivento (Molise - Campobasso); Albori (Campania - Salerno); Valsinni (Basilicata - Matera); Pietramontecorvino (Puglia - Foggia).

CALABRIA "ZONA ROSSA" FINO AL 21 APRILE, L'ORDINANZA DELLA REGIONE

Catanzaro - 05/04/2021
Calabria “zona rossa” fino al 21 aprile 2021. Il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, ha firmato l’ordinanza n. 21, che recepisce quella del ministro della Salute dello scorso 2 aprile, con la quale è stata disposta l’applicazione, per altri 15 giorni e a partire dal 7 aprile, delle misure restrittive già in vigore per il contenimento della epidemia di Covid-19.
Nel provvedimento si specifica che «l’analisi dei dati a livello regionale continua a evidenziare una costante crescita del numero assoluto dei casi confermati, un elevato tasso di positività e l’incremento del numero di posti letto occupati in Area Medica e Terapia intensiva». - Clicca per saperne di più...

Insegnante di 32 anni morta a Genova in seguito a una emorragia cerebrale. La donna era stata vaccinata il 22 marzo con AstraZeneca

Genova - 05/04/2021
Un'insegnante di 32 anni è morta a Genova in seguito a una emorragia cerebrale. La donna era stata vaccinata il 22 marzo con AstraZeneca. Sabato l'ospedale San Martino aveva segnalato il caso "di quadro trombotico ed emorragico cerebrale riferito a una insegnante di 32 anni vaccinata il 22 marzo presso la Asl di residenza in Liguria con AstraZeneca e con esordio sintomatologico dal 2 aprile". L'ospedale ha fatto sapere che "è iniziata alle 9:44 (di domenica) l'osservazione di sei ore per la conferma di stato di morte cerebrale per la paziente che era ricoverata (sabato, ndr) presso la nostra Rianimazione". La direzione del Policlinico ha attivato le previste segnalazione nell'ambito delle procedure di farmacovigilanza verso Aifa.
"E' presto - chiarisce il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri - per dire che a Genova ci sia un nesso causa-effetto. Dobbiamo affidarci alla farmacovigilanza per avere una base scientifica. Si tratta di una donna giovane e questa complicanza della trombosi, nei rari casi in cui si è manifestata, è stata notata soprattutto nel genere femminile e in una fascia d'età bassa".
Quanto a un eventuale intervento dell'Ema, il viceministro aggiunge: "L'Ema credo dovrà pronunciarsi nuovamente per introdurre un limite d'età, non per bloccare o sospendere la somministrazione. Individuata la fascia d'età di cui parlavamo prima, con un rischio maggiore di trombosi, si mette un limite per la somministrazione o un'avvertenza che preveda un monitoraggio di chi viene vaccinato. E' una complicanza che una volta riconosciuta in tempo è facilmente trattabile".

LA CITTADELLA "SANTELLI" ILLUMINATA DI BLU PER LA GIORNATA DEDICATA ALL'AUTISMO

Catanzaro - 03/04/2021
La Cittadella regionale “Jole Santelli” è stata illuminata di blu in occasione della "Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo”, così come avvenuto per tantissimi altri monumenti e piazze in tutto il mondo. Un atto simbolico attraverso il quale la Giunta regionale della Calabria vuole rinnovare il sostegno alle persone autistiche e alle loro famiglie e contribuire alla sensibilizzazione sul tema. - Clicca per saperne di più...

Mattia Fogarin trovato morto a 21 anni: l'esito choc dell'autopsia

Padova - 03/04/2021
Presentava una ferita alla gola compatibile con una coltellata il corpo di Mattia Fogarin, il ragazzo padovano di 21 anni morto probabilmente per suicidio e il cui corpo è stato ritrovato giovedì mattina nel Bacchiglione a Padova. Questo è l'esito degli accertamenti sul cadavere e dell'autopsia eseguita ieri pomeriggio. Secondo la Procura della repubblica il ragazzo avrebbe tentato di uccidersi piantandosi un un coltello alla gola, prima di decidere di farla finita gettandosi nel fiume.
Al momento non ci sono sospetti che qualcun altro lo abbia aggredito; la stessa famiglia aveva detto ai carabinieri che Mattia prima di allontanarsi di casa, domenica 21 marzo, avrebbe preso un coltello da cucina. Tuttavia nulla verrà tralasciato: i militari procederanno all'acquisizione dei tabulati telefonici per capire se qualcuno abbia avvicinato Mattia. All'origine del gesto si ipotizza una delusione amorosa. I funerali si terranno la settimana prossima.

CONTRIBUTO "RIAPRI CALABRIA II", AMMESSI PIÙ DI 4MILA BENEFICIARI

Catanzaro - 02/04/2021
Sono 4.039 le microimprese e i professionisti calabresi colpiti dalla crisi che potranno beneficiare del contributo una tantum previsto nell’ambito dell’avviso “Riapri Calabria II edizione-bis”. Lo rende noto l’assessorato allo Sviluppo economico, guidato da Fausto Orsomarso. «Un bando – prosegue la nota – voluto dalla Regione Calabria per ampliare la platea di imprese di piccole dimensioni a cui rivolgere gli aiuti per far fronte alla grave sofferenza connessa all’emergenza epidemiologica e alle misure di contenimento». - Clicca per saperne di più...

LA REGIONE IMPEGNA 35 MILIONI DI EURO PER AIUTI ALLE IMPRESE

Catanzaro - 01/04/2021
Dalla Regione Calabria una strategia integrata di azioni dirette a supportare la competitività delle realtà produttive e il mantenimento dei livelli occupazionali, attraverso il miglioramento della risposta alle evoluzioni del mercato e alle trasformazioni socioeconomiche connesse alla pandemia da Covid-19. - Clicca per saperne di più...

Nella settimana 24-30 marzo è peggiorato l'indicatore dei "casi attualmente positivi per 100.000 abitanti"

Catanzaro - 01/04/2021
L'indicatore dei "casi attualmente positivi per 100.000 abitanti", si è infatti attestato a 549, con un aumento dei nuovi casi rispetto alla settimana precedente del 15,5%. Ciò emerge dal monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe con analisi su andamento epidemia, forniture e somministrazioni vaccini. Nello stesso periodo, hanno superato la soglia di saturazione i posti letto in area medica occupati da pazienti Covid-19 (42%). Sul fronte vaccinale, invece, la percentuale di popolazione calabrese che ha completato il ciclo è pari al 4,4% (Media Italia 5,3%); quella di over 80 che ha completato il ciclo vaccinale è pari al 20,7% (Media Italia 28,8%) mentre la percentuale di popolazione 70-79 anni che ha ultimato la somministrazione delle dosi è pari al 2,7% (Media Italia 1,8%). Alta, sempre secondo il monitoraggio di Gimbe, la percentuale di dosi di vaccino somministrate alla categoria "Altro" nella fascia di età 16-69 che è pari al 18,3% contro una media nazionale dell'8,7% per un totale. Le dosi somministrate in questa categoria e nella stessa fascia di età sono 47.264.

'Ndrangheta: vertice I-Can da Gratteri

Catanzaro - 30/03/2021
Incontro oggi tra il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri e il vertice operativo di Interpol che ha dato vita al progetto I-Can (Interpol Cooperation Against 'Ndrangheta) che coinvolge forze di polizia italiane e di 10 Paesi (Argentina, Australia, Brasile, Canada, Colombia, Francia, Germania, Svizzera, Uruguay, USA) che hanno costituito unità operative dedicate alla lotta alla 'ndrangheta. "Siamo qui per discutere con Gratteri della progettualità I-Can - ha detto Vittorio Rizzi, vicecapo della Polizia - e abbiamo con noi il vice direttore di Interpol Stephen Kavanagh.

Il boss della 'Ndrangheta Francesco Pelle, 43 anni è stato arrestato a Lisbona

Lisbona - 30/03/2021
Secondo quanto si apprende, Pelle è stato scovato dai Carabinieri in una clinica della capitale portoghese dove era in cura per il Covid. Era irreperibile dal 2007. Francesco Pelle si trova ora piantonato nell'Hospital de Sao José di Lisbona, dove è ricoverato per le conseguenze del Covid. Ad individuarlo, in seguito alle indagini dei carabinieri di Reggio Calabria, sono stati gli agenti dell'Unità nazionale contro il terrorismo (Unct) della polizia portoghese che hanno ricevuto le informazioni nell'ambito di 'I Can', il progetto della Direzione centrale della Polizia criminale in collaborazione con l'Interpol per la cattura dei latitanti e l'aggressione dei patrimoni illeciti della 'Ndrangheta. Le squadre sono state attivate tramite i canali di Interpol una volta che le informazioni raccolte hanno dato la ragionevole certezza che il latitante si trovasse effettivamente ricoverato in ospedale.
Pelle, detto "Ciccio Pakistan", era stato condannato all'ergastolo in via definitiva dalla Cassazione nel 2019 quale mandante della strage di Natale del 24 dicembre 2006 in cui fu uccisa Maria Strangio, moglie del capoclan avversario Giovanni Luca Nirta. Episodio, che nella faida di San Luca tra i Pelle-Vottari ed i Nirta-Strangio, fece da prologo alla strage di Ferragosto 2007 a Duisburg, in Germania con 6 morti. Pelle - costretto sulla sedia a rotelle dopo essere stato ferito in un agguato il 31 luglio del 2006 ad Africo - al momento di darsi alla fuga si trovava a Milano dove era sottoposto all'obbligo di dimora proprio in attesa della sentenza della Cassazione.
Giunta quella, Pelle fece perdere le proprie tracce ad inizio di luglio. Pelle aveva già trascorso un anno di latitanza e fu arrestato dai carabinieri nel settembre 2008 in una clinica di Pavia. L'agguato del Natale 2006 che originò, come reazione, la strage di Duisburg, aveva come obiettivo Gianluca Nirta, ma invece morì la moglie mentre quattro persone, tra le quali un bambino, rimasero ferite. Ad ideare la vendetta del Ferragosto successivo, secondo la ricostruzione dell'accusa, fu Giovanni Strangio, cugino di Maria, poi condannato all'ergastolo. (ANSA).

OFFERTA FORMATIVA ITS, AMMESSI 14 PROGETTI

Catanzaro - 29/03/2021
Approvata la graduatoria definitiva dei progetti finanziati. Investimenti per 4 milioni. L'assessore all'Istruzione Sandra Savaglio: «Risposta alla disoccupazione» È stata approvata la graduatoria definitiva delle proposte progettuali ammesse a finanziamento del Por Fesr Fse Calabria 2014-2020, per la realizzazione dell'offerta formativa di Istruzione tecnica superiore, da avviare nell'anno formativo 2020-2021. Sono 14 i progetti ammessi, per un investimento di circa 4 milioni di euro. - Clicca per saperne di più...

RISTORAZIONE IN ZONA ROSSA, LA REGIONE PRECISA: «ASPORTO CONSENTITO»

Catanzaro - 28/03/2021
Rimane consentita l'attività dei servizi di ristorazione sia da asporto che a domicilio. In riferimento all’ordinanza n. 19 del 27 marzo 2021 (“Disposizioni conseguenti all’entrata in vigore dell’ordinanza del ministro della Salute del 26 marzo 2021”), la Regione Calabria precisa che «la predetta ordinanza richiama tutte le disposizioni del Titolo V del Dpcm del 2 marzo 2021. - Clicca per saperne di più...

Altro capitolo nel caso Denis Donato Bergamini, l'ex calciatore del Cosenza morto il 18 novembre 1989 all'età di 27 anni

Castrovillari - 26/03/2021
Gli inquirenti della procura di Castrovillari puntano il dito contro la sua ex fidanzata Isabella Internò, ora 51enne: "Dal materiale probatorio acquisito si è avuto modo di riscontrare situazioni e stati di fatto che hanno portato la Internò ad accumulare, dal momento della fine della sua relazione con Donato Bergamini (nella primavera del 1989) emozioni negative quali gelosia, rabbia, frustrazione, risentimento e vendetta che hanno raggiunto il culmine nel mese di novembre del 1989. Per Isabella Internò, Donato Bergamini doveva essere suo e avrebbe preferito vederlo morto piuttosto che saperlo di un'altra donna. I risultati indiziari emersi nel corso delle indagini hanno fondatamente portato a ritenere i genitori di Isabella Internò partecipi del piano criminoso della figlia di uccidere Donato Bergamini, contribuendo alle fasi di ideazione e organizzazione. Alcuni parenti della Internò avrebbero fattivamente partecipato - come esecutori materiali - all'omicidio di Donato Bergamini, ma dalle risultanze sono emersi elementi indiziari non sufficienti ad avere valenza probatoria". Inscenando (con l'appoggio dei genitori dopo l'aborto nel luglio del 1987) il finto suicidio sotto il camion guidato da Raffaele Pisano, adesso uscito dall'indagine. Bergamini sarebbe stato ucciso: narcotizzato e soffocato, forse con una cintura di sicurezza di un'automobile, un sacchetto o una sciarpa.

GENERALE FIGLIUOLO IN VISITA AL CENTRO VACCINI DI CATANZARO

Catanzaro - 26/03/2021
«Hub Notevole» così ha affermato il presidente della Regione, Nino Spirlì, al termine del sopralluogo che ha condotto con il commissario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, e il capo della Protezione civile nazionale, Fabrizio Curcio, al polo fieristico di Catanzaro Lido, dove sorgerà l’hub vaccinale del territorio catanzarese. «Qui, da subito, con l’aiuto del generale Figliuolo e dell’ingegner Curcio – ha spiegato Spirlì –, potranno essere montate circa 30 postazioni. Si tratta di una struttura che servirà l’utenza di tutto il territorio dell’Asp di Catanzaro. Sono convinto che, nelle prossime settimane, la nostra campagna vaccinale, che sta già producendo numeri eccellenti, migliorerà sempre di più». - Clicca per saperne di più...

EDILIZIA SOSTENIBILE, AL VIA LA PIATTAFORMA FELICITY

Catanzaro - 24/03/2021
Si svolgerà mercoledì 31 marzo, dalle ore 15 alle ore 17, il webinar “La riqualificazione sostenibile dell’edificato. Riflessioni, orientamenti e strumenti per gli enti locali: la piattaforma FeliCity”. Per la Regione Calabria interverranno l’assessore alle Infrastrutture, Pianificazione e Sviluppo territoriale, Domenica Catalfamo, e il dirigente del settore Lavori pubblici e Politiche di edilizia residenziale, Francesco Tarsia. - Clicca per saperne di più...

SAN LUCA, DE CAPRIO (ULTIMO) E GALLO PARTECIPANO AL TAVOLO SUI MINORI

Catanzaro - 23/03/2021
La Regione Calabria vicina ai bambini e agli adolescenti di San Luca. È stato avviato stamattina, nell’istituto comprensivo “San Luca-Bovalino”, il “Tavolo tecnico permanente per l’infanzia e l’adolescenza” dedicato ai ragazzi del centro della Locride. All’evento hanno preso parte gli assessori regionali all’Ambiente e al Welfare, Sergio De Caprio e Gianluca Gallo. Presenti anche il prefetto di Reggio Calabria, Massimo Mariani, il Garante per l’Infanzia e l’adolescenza della Città metropolitana, Mattia Emanuele, il sindaco di San Luca, Bruno Bartolo, la dirigente dell’istituto scolastico, Carmela Rita Serafino, e il dirigente generale all’Agricoltura, Giacomo Giovinazzo. - Clicca per saperne di più...

AstraZeneca, mai i nostri vaccini esportati da Ue a Gb. Smentita Bruxelles. Mini eccezione Halix perché non autorizzata.

Londra - 22/03/2021
AstraZeneca nega di aver mai esportato nel Regno Unito vaccini o componenti di vaccino anti Covid prodotti in impianti con sede in Paesi dell'Ue, smentendo per bocca del vicepresidente esecutivo Ruud Dobber quanto affermato da Bruxelles al riguardo. Intervenendo al suo fianco a un briefing, un altro vicepresidente del colosso farmaceutico anglo-svedese, Mene Pangalos , ha tuttavia precisato che "un minuscolo lotto" uscito dai laboratori di un partner olandese dell'azienda, Halix, è stato a suo tempo inviato oltre Manica, ma solo perché questo impianto non aveva ancora ricevuto l'autorizzazione a produrre sul territorio dell'Ue. "Oggi, AstraZeneca ha annunciato i risultati positivi di una sperimentazione del suo vaccino su oltre 32.000 persone negli Stati Uniti e in Cile".

COVID, SPIRLÌ: «RIPARTITA LA VACCINAZIONE CON ASTRAZENECA»

Catanzaro - 19/03/2021
«La vaccinazione con AstraZeneca è ripartita alle ore 15 di oggi. La dichiarazione dell’Ema deve tranquillizzare gli italiani e i calabresi». È quanto dichiara il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, dopo la revoca del provvedimento di divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca, disposta dall’Agenzia italiana del farmaco – e trasmessa alle Regioni con una circolare ministeriale – dopo la valutazione dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema). - Clicca per saperne di più...

Il presidente della Regione, Nino Spirlì, chiede al Governo l’azzeramento del debito sanitario della Calabria.

Catanzaro - 17/03/2021
Il presidente della Regione pronto a incontrare il premier Draghi: «Oggi – dichiara Spirlì – ho avanzato la richiesta anche al ministro della Salute, Roberto Speranza, dopo aver interessato anche molti altri rappresentanti del Governo, tra cui il commissario per l’emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo, i ministri dell'Interno e degli Affari regionali, Luciana Lamorgese e Maria Stella Gelmini, i sottosegretari Dalila Nesci, Francesco Sasso, Claudio Durigon e Nicola Molteni. Della questione ho investito anche il segretario federale della Lega, Matteo Salvini». - Clicca per saperne di più...

ASP CROTONE, SPIRLÌ: «VACCINI SPRECATI? FALSO, BASTA GOGNA»

Catanzaro - 16/03/2021
«La Calabria non è terra di conquista, né terreno fertile per polemiche pre-elettorali. L’emergenza che colpisce non solo questa regione, ma tutta l’Italia, l’Europa e il mondo, dovrebbe insegnare ai polemici a pagamento che questo è il momento della solidarietà e dell’aiuto reciproco. E non delle pagelle né, tanto meno, delle bocciature a settembre»... - Clicca per saperne di più...

Gli effetti collaterali "possibili" del vaccino AstraZeneca spaventano i Paesi europei

Roma - 15/03/2021
Ieri sera anche in Olanda si è deciso di sospendere le somministrazioni di vaccini Anti-Covid Astrazeneca fino al 29 marzo, mentre oggi pomeriggio alla decisione si è aggiunta anche la Germania. Il ministero della Salute olandese comunica che il blocco comporterà la cancellazione di circa 40mila appuntamenti previsti per questi giorni. La decisione è stata presa su raccomandazione delle autorità sanitarie sulla base delle ultime informazioni raccolte e a titolo di precauzione. Da parte sua il ministero della Salute tedesco spiega che la misura è stata presa "in via precauzionale". Il governo federale, ha spiegato un portavoce del ministero della Salute, ha agito seguendo una raccomandazione dell'Istituto federale per i vaccini Paul Ehrlich (Pei). Dopo nuove segnalazioni di casi di trombosi in persone che erano state vaccinate in Germania e in Europa, l'Istituto ritiene necessarie ulteriori indagini.
Lo stop ad Astrazeneca comprende ora ben 12 nazioni: Islanda, Norvegia, Estonia, Danimarca, Irlanda, Lussemburgo, Austria, Lettonia, Lituania, Bulgaria e per ultime anche l'Olanda e la Germania. In Italia, invece, dopo la sospensione della somministrazione di alcuni lotti in Piemonte e nelle Marche, oggi i Nas sequestrano in tutta Italia, in via cautelativa, il lotto bloccato in Piemonte.

INTIMIDAZIONE MARESCIALLO CETRARO, ORSOMARSO E AIETA: «OFFESA ALLA COMUNITÀ»

Catanzaro - 14/03/2021
«L’intimidazione consumata ai danni del maresciallo dei carabinieri di Cetraro, Orlando D’Ambrosio, è un’offesa a tutta la comunità cetrarese che faticosamente stava affrancandosi dalla drammatica realtà di città mafiosa. Di fronte a questo attacco rivolto allo Stato, rivolgiamo un appello bipartisan a tutte le forze politiche nazionali, affinché si dia un segnale concreto a Cetraro e all’intero territorio del Tirreno Cosentino più volte mortificato dall’arrogante attività ‘ndranghetistica»... - Clicca per saperne di più...

AZIENDE VITIVINICOLE, UN MILIONE E 350MILA EURO PER GLI INVESTIMENTI

Catanzaro - 13/03/2021
Approvata la graduatoria provvisoria della misura Investimenti dell’Ocm vino, relativamente alla campagna 2020/2021. Sono 48 le domande ritenute ammissibili e finanziabili, per un importo erogabile complessivo di 1.350.188,33 euro, dei quali 897.281consistono nella quota assegnata alla Regione Calabria dal Mipaaf, in relazione alla ripartizione dei fondi del Pns, il Programma nazionale di sostegno, mentre il resto è frutto di economie su altre misure Ocm... - Clicca per saperne di più...

LOTTO ASTRAZENECA, L'UNITÀ DI CRISI: «SOMMINISTRATE PIÙ DI 5MILA DOSI, VERIFICHE SUI VACCINATI»

Catanzaro - 12/03/2021
«In Calabria sono state somministrate 5.674 dosi di vaccino Astrazeneca sulle 8.000 totali che facevano parte del lotto ritirato. Il fenomeno è strettamente monitorato e tutti i settori aziendali e regionali di Farmacovigilanza sono stati allertati per le opportune verifiche sulle persone vaccinate... - Clicca per saperne di più...

GIORNATA DELLE DONNE, CATALFAMO: «PARI OPPORTUNITÀ NEL SEGNO DI JOLE SANTELLI»

Catanzaro - 08/03/2021
L’assessore regionale alle Pari opportunità, Domenica Catalfamo, in occasione della giornata internazionale dei diritti delle donne, ricorda il presidente Jole Santelli e rivolge il proprio augurio a tutte le donne calabresi... - Clicca per saperne di più...

Milano, fermata la donna che ha ucciso la figlia di due anni | La telefonata al padre: "La nostra bambina non c'è più"

Milano - 08/03/2021
Una donna di 41 anni ha ucciso sua figlia, una bimba di due, durante la notte a Cisliano (Milano). Dopo l'uccisione della piccola, la donna, fermata con l'accusa di omicidio volontario, si è autoinferta ferite non gravi. E' stata ricoverata all'ospedale di Magenta. Sui social raccontava di una separazione dal marito difficile, fatta di violenze e tradimenti, con denunce e controdenunce.

Si dimette il deputato che lucrò sulle mascherine, bufera nella Cdu

AGI - 08/03/2021
Nikolas Loebel, parlamentare della Cdu, il partito della cancelliera tedesca Angela Merkel, ha annunciato le dimissioni dopo che è emerso che l'azienda che gestisce ha guadagnato oltre 250 mila euro in commissioni su contratti per l'acquisto di mascherine. La vicenda, resa nota venerdì, ha scatenato forti critiche sia da parte dell'opposizione che all'interno della stessa Cdu.

FESTIVAL DI SANREMO, LA PESCA CALABRESE A "L'ITALIA IN VETRINA"

Catanzaro - 04/03/2021
«È la Calabria presentata nella trasmissione “L’Italia in vetrina”, in onda su Casa Sanremo (www.casasanremo.it), dove giornalisti, artisti e addetti ai lavori si ritrovano da qualche anno in occasione del Festival della Canzone Italiana... - Clicca per saperne di più...

COVID, IN CALABRIA RISCONTRATI 11 CASI DI VARIANTE INGLESE

Catanzaro - 02/03/2021
Gli ultimi 127 tamponi anti-Covid, inviati dalle cinque Aziende sanitarie provinciali per essere processati dall’Istituto zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno di Portici (Na), hanno fatto emergere, in Calabria, 11 casi di positività... - Clicca per saperne di più...

Presunta compravendita di diplomi e titoli scolastici presso l'Accademia Fidia

Stefanaconi (VV) - 01/03/2021
Nell’inchiesta Diacono che, partendo dagli arresti e dal ritrovamento, nello scorso luglio, di un arsenale nella sede dell’Accademia Fidia e di 202.000 euro in contanti, ha portato alla luce una presunta compravendita di diplomi e altri titoli scolastici, è stato arrestato l’ispettore del Miur, Maurizio Piscitelli, nella cui abitazione in Campania sono stati trovati 160.000 euro in contanti. Secondo quanto emerso dalle indagini, Piscitelli «aveva il compito di controllare l’istituto Fidia per tentare di dimostrare la legittimità dell’Accademia».
Per il procuratore di Vibo «l’indagine ha portato a svelare la presenza di una commistione di interessi attraverso le società in capo agli indagati e alcune direttamente riconducibili all’ispettore attraverso il figlio Christian. In alcune occasioni si è stabilito che la consegna dei soldi all’ispettore avveniva all’interno di confezioni di bottiglie di rhum o in telefonini e questo rappresentava il prezzo della corruzione sui 300-500 diplomi ceduti dall’Accademia Fidia finalizzati ad una loro rivendita».
L’indagine ha anche stabilito che un singolo diploma costava sui 2.000 euro,evidenziando la presenza di «legami massonici tra alcuni degli indagati. Nel luglio scorso, a casa di Licata – è stato riferito nel corso della conferenza stampa – avevamo rinvenuto mantello, guanti, medaglioni e il legame tra questi e alcuni degli arrestati nasce proprio attraverso la massoneria. Inoltre abbiamo documentato, anche se gli accertamenti al momento non sono conclusi, che ci si era prodigati per far trasferire la dirigente del Miur Calabria, Maria Rita Calvosa, a Roma attraverso questa fratellanza e pertanto erano stati avvicinati alcuni funzionari del Ministero dell’istruzione. Figure che non risultano indagate nell’inchiesta in quanto estranee ai fatti».
Sono diverse le ipotesi di reato formulate dagli inquirenti nell’ambito dell’inchiesta “Diacono” della Procura di Vibo e dei carabinieri che ruota attorno all’Accademia Fidia di Stefanaconi.
Il reato di associazione a delinquere è stato contestato a: Michele Licata, Davide Licata, Dimitri Licata, Jgor Licata, Michela Licata, Carmine Caratozzolo, Maurizio Piscitelli e Christian Piscitelli che avrebbero avuto il ruolo di promotori e organizzatori dell’associazione. Quindi anche a: Patrizia Fazzari, Rosa Cilea, Antonio Oggiano, Domenico Califano e Rossella Marzano con il ruolo di partecipi. Si sarebbero tutti associati fra loro approntando una stabile struttura organizzativa – che involgeva la creazione di società e associazioni, fra cui l’Accademia Fidia di Stefanaconi, la S.s.m.i. “Don Calarco” di Catona e la “Iconea” – volta alla realizzazione di un programma criminoso indeterminato, anche avvalendosi di legami massonici, con divisione dei compiti e impiego di mezzi in comune, avvalendosi anche del fattivo coinvolgimento di altri soggetti, allo scopo di commettere più reati contro la pubblica amministrazione – e in particolare reati di corruzione, abuso d’ufficio, falso ideologico in atti pubblici, induzione indebita a dare o promettere utilità contro l’amministrazione della giustizia in atti destinati all’autorità giudiziaria – con la compravendita di migliaia di master, 24 Cfu per l’insegnamento ed abilitazioni Lim, Tablet, Pekit, Bes, Dsa e Coding A.A, senza la preventiva frequenza dei corsi, oltre che di autoriciclaggio, con la consapevolezza e volontà di ciascun associato di far parte del sodalizio criminoso e di essere disponibile ad operare per l’attuazione pratica del disegno criminale.

Coronavirus, dalla saturazione all’aspirina: come curarsi a casa e quando andare in ospedale

Ecco finalmente il documento del ministero della Salute che equivale ad un vademecum sulla gestione del paziente, i farmaci da somministrare e i valori da tenere sotto controllo. Una saturazione dell’ossigeno sotto al 92% e una febbre sopra i 38 gradi da più di 72 ore. Questi sono i due campanelli d’allarme che devono far scattare la reazione immediata dei malati di Covid e dei medici di famiglia che li assistono. È urgente cambiare terapia, chiamare le Usca (Unità Speciali di Continuità Assistenziale). E nel caso anche il «test della sedia» o il «test del cammino» confermino il livello di saturazione misurata dal saturimetro sotto il 92% - segnale di una polmonite in corso - chiamare il 112 e andare in ospedale. Arriva finalmente e dopo una lunga attesa (a 10 mesi dallo scoppio della pandemia) il documento ufficiale del ministero della Salute per la «gestione domiciliare del paziente con infezione da Sars Cov-2».

BIRMANIA: San Suu Kyi agli arresti domiciliari - Militari bloccano l'accesso a Facebook dopo colpo di stato


L’esercito birmano che ha preso il Paese con un colpo di stato a inizio mese accusa Aung San Suu Kyi di aver violato le restrizioni alle importazioni per l'uso di alcuni walkie-talkie importati illegalmente. Ma durante il processo è emersa anche l’ulteriore accusa di non aver rispettato alcune norme sulla gestione dei disastri naturali per aver incontrato una folla di persone durante la pandemia da coronavirus. La leader del Myanmar rischierebbe così condanne rispettivamente a 6 anni e a 3 anni di carcere.

Fin dal momento dell’arresto della Premio Nobel per la pace San Suu Kyi, sono in corso proteste da parte di chi sostiene che le accuse verso la leader non sono altro che pretesti per la presa del potere da parte dell’esercito. Il partito della leader birmana ha fatto sapere che si trova agli arresti domiciliari nella capitale amministrativa Naypyidaw e che è in buona salute. Intanto migliaia di birmani sono scesi nuovamente per le strade di Rangoon contro la giunta militare, nonostante il timore di una escalation di violenza espresso ieri dalle Nazioni Unite.

«Costruire un nuovo mercato del lavoro: l'Europa è pronta per una nuova pandemia?»-

jobsora Il 23 marzo 2020, il Regno Unito ha dichiarato un blocco per frenare la pandemia di Coronavirus. Mentre questa misura restrittiva adottata dal governo sembra aver aiutato a controllare la diffusione del virus, ha anche avuto effetti drastici sulla vita lavorativa di milioni di persone poiché molti lavoratori hanno perso il lavoro. E altri milioni sono stati collocati in in regimi di occupazione a breve termine...

«Tendenze nel mercato del lavoro europeo 2020-2021» -

È un nuovo ordine mondiale e il modo in cui viviamo sta cambiando più velocemente di quanto avremmo mai potuto immaginare. Chi avrebbe potuto prevedere che le imprese che sopravviveranno nel primo trimestre del 2020 saranno solo quelle con attività che possono essere svolte a distanza? Questo è un cambiamento che non abbiamo mai visto arrivare e per il quale molte aziende non erano preparate. Ma il cambiamento è qui ed è giusto che le aziende imparino ad adattarsi alla nuova tendenza...

L'Ue intende chiedere conto alla Cina del disastro coronavirus

coronavirus C'è gelo tra Cina e Unione Europea, che apre alla possibilità di un'inchiesta sull'origine della pandemia di coronavirus. Dal momento che la Cina non ha fatto promesse finanziarie né sul piano della diffusione del vaccino, qualora lo trovasse, né all'evento di fund-raising organizzato dall'Ue per sconfiggere la pandemia.

Il rappresentante di Pechino, l'ambasciatore presso l'Unione Europea Zhang Ming, il funzionario di grado inferiore tra i rappresentanti dei Paesi che hanno partecipato all'evento, ha invece rimarcato la contrarietà della Cina a essere considerata responsabile, sottolineando che Pechino starebbe facendo del suo meglio per aiutare i Paesi nel bisogno.

Zhang, citato dal South China Morning Post, ha sottolineato che la Cina si è già impegnata sul piano finanziario, con un fondo speciale da due miliardi di yuan (261,27 milioni di euro); un miliardo di yuan (130,63 milioni di euro) di investimenti in ricerca, e cinquanta milioni di dollari di donazioni all'Organizzazione Mondiale della Sanità.

BettingGods: gli Dei delle Scommesse

Incontra i migliori consiglieri di BettingGods:

Questi sono i Tipsters con le migliori prestazioni a settembre.

Vuoi sapere chi è caldo in questo momento e colpire duramente gli allibratori? Bene, questi sono i nostri informatori più redditizi a settembre finora. Qualcuno di questi ti piace?

Scopri come guadagnare con le scommesse grazie ai consigli degli esperti

I suggerimenti di BettingGods per scommesse gratuite. Si forniscono due suggerimenti per scommesse gratuiti ogni giorno.
Giusto! Ogni giorno dell'anno, BettingGods fornisce due pronostici di scommesse gratuiti dalla rete dei suoi esperti informatori. Consigli gratuiti sulle corse dei cavalli insieme a un suggerimento sulle scommesse gratuite per un altro sport, dal calcio e dal tennis alle corse di levrieri e al basket.

Dai un'occhiata ad alcuni degli ultimi vincitori che abbiamo scelto gratuitamente!

Science. E' stata scoperta la struttura del motore molecolare di Covid-19 che permette al virus di moltiplicarsi. Il risultato, pubblicato su Science, rende più facile mettere a punto farmaci mirati.

Il motore è l'enzima polimerasi nsp12, lo stesso che è il bersaglio dell'antivirale remdesivir utilizzato contro il nuovo coronavirus, ma nato come arma contro l'Ebola. Autore della ricerca è il gruppo di Yen Gao, dell'università Tsinghua di Pechino.

Da un lato, conoscere la struttura dell’enzima, osservano gli autori della ricerca, permetterà di verificare se il remdesivir è effettivamente in grado di bloccare la replicazione del virus SarsCoV2; dall’altro accelererà la ricerca su nuovi farmaci antivirali specifici, progettati per combattere la Covid-19, indispensabili per arginare la pandemia.

Finora del virus SarsCoV2 era stata scoperta la struttura della sua principale arma, la proteina Spike, e della parte di quest’ultima chiamata Rbd, che si lega alla porta d’ingresso del virus nella cellula, il recettore Ace2…

Fonte in lingua originale...

Al Jarreau Live Concert al Parco delle Biodiversità - Catanzaro - Summer 2012



Immondizia, inchiesta e 'ndrangheta

Siamo a Varna, porto bulgaro sul mar Nero.
Qui approdano tonnellate e tonnellate di rifiuti italiani.
All'inizio dell'anno un'indagine della polizia bulgara ha portato alla scoperta e al sequestro di 9.000 tonnellate di rifiuti. È solo la punta dell'iceberg. Circa 30 containers sono stati rispediti a Salerno. Varna, stando all'inchiesta, costituisce solo la prima tappa per i container pieni di rifuti, che percorreranno l'intero Paese prima di essere o stoccati in diversi siti, o scaricati in discariche abusive o in incineritori. Che se ne fa la Bulgaria dell'immondizia italiana? L'indagine, in collaborazione con diverse procure d'Italia, è partita mesi fa.
Il Sostituto procuratore Vladislava Panayotova, della Procura di Varna, afferma che "i rifiuti all'interno di quei contenitori sono altra cosa rispetto a quanto dicono i documenti doganali.
"Dovrebbe esserci solo plastica e gomma, è stato stabilito che ci fossero anche metalli, legno e vetro".
Se i rifiuti in sé non sono tossici, il loro incenerimento potrebbe esserlo; questo avviene in diverse centrali elettriche che fanno capo all'oligarca bulgaro Hristo Kovachki.
Nello stabilimento di Bobov Dol, 70 km a sud della capitale Sofia, i rifiuti ridotti in balle sono pronti per essere trasformati in cenere.
L'inceneritore è stato momentaneamente bloccato dall'indagine, il blocco è solo una misura temporanea. Resta invece il timore delle autorità per la salute delle comunità che abitano a ridosso.
L'incenerimento dei rifiuti è un buon affare per le fabbriche e le centrali elettriche bulgare, in quanto vengono pagate per il loro smaltimento anziché pagare per un combustibile più convenzionale.
Le indagini bulgare portano al sequestro di 9.000 tonnellate di rifiuti provenienti dall'Italia all'inizio dell'anno. Il ministero dell'Interno bulgaro collabora con le autorità italiane per capire se questi carichi siano collegati in qualche modo alla 'ndrangheta calabrese.
È solo una delle operazioni portate a termine in Italia. All'inizio di dicembre, per esempio, i carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Milano sono riusciti a bloccare una spedizione transfrontaliera di rifiuti in procinto di essere inviata presso uno stabilimento di recupero in Bulgaria.
I rifiuti anzichè essere costituiti da scarti di plastica recuperabili, come risultava dai documenti, risultavano essere composti prevalentemente da materiali industriali misti (plastica e gomma, pezzame di stoffa, gommapiuma, tetrapack, imballaggi misti e altro), risultanti dalle operazioni di trattamento già effettuate in altri impianti e che non potevano essere ulteriormente riciclati. L'intero carico - 582 balle di 815 tonnellate, dal valore di 130 mila euro, pronte a partire su 17 vagoni ferroviari - è stato sequestrato.


Monitoraggio ActionAid sulla violenza contro le donne

Il 25 novembre è stata la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. L'associazione ActionAid ha diffuso un monitoraggio sul fenomeno della violenza, quali i fondi destinati al settore e la situazione nelle Regioni alle prese con l'emergenza Covid-19.
I centri antiviolenza (CAV) e le case rifugio, afferma ActionAid, "durante la pandemia sono gli unici spazi che hanno continuato a funzionare del sistema antiviolenza, meccanismo spesso malfunzionante o addirittura inceppato. Solo l’enorme impegno messo in campo dai CAV, anche nelle situazioni più critiche come quelle lombarde, ha garantito alle donne che subiscono violenza di essere supportate".
Durante il primo lockdown, quando dopo un iniziale crollo, il numero delle chiamate di aiuto al 1522, tra marzo e giugno 2020 è più che raddoppiato rispetto al 2019 con 15.280 richieste (+119,6%), in Lombardia, ad esempio, c’è stata una forte riduzione dello staff nei CAV causata dal dimezzamento del numero di volontarie – generalmente di età medio-alta e quindi a rischio contagio – e dalla malattia o messa in quarantena di operatrici.
In aggiunta, i Centri, purtroppo, sono stati costretti a turni di lavoro estenuanti, come nel caso della provincia di Cremona, che ha esteso la propria reperibilità h24 con risorse umane ridotte del 50%. Questo a fronte di ritardi e della mancanza di procedure standard delle istituzioni. Dalla scarsità di mascherine e guanti (distribuiti solo in pochissimi casi dalle istituzioni locali come a Brescia) all’impossibilità di accedere ai tamponi, fino alla mancanza di spazi adeguati per isolamenti fiduciari.
Nonostante la circolare inviata a marzo 2020 dal Ministero dell’Interno alle Prefetture per rendere disponibili alloggi alternativi, i centri – ad eccezione di quelli di Pavia - sono stati costretti a ricorrere a bed&breakfast o appartamenti messi a disposizione da conoscenti e privati. È quanto denuncia il nuovo rapporto di ActionAid che monitora i fondi statali previsti dalla legge 119/2013 (la legge sul femminicidio) insieme all’attuazione del Piano antiviolenza 2017-2020.
Il rapporto 2020, inoltre, si è focalizzato sulla risposta all’emergenza Covid19 in Lombardia, Calabria e Sicilia, mettendo in evidenza i ritardi ormai storici della ripartizione e erogazione dei fondi dallo Stato alle Regioni, che la pandemia ha reso ancora più gravi. Difficoltà che si sarebbero potute evitare soprattutto se i piani nazionali contro la violenza fossero stati regolarmente realizzati dal 2014 ad oggi.
“Non è tollerabile che le istituzioni si presentino impreparate a fronteggiare un nuovo lockdown. L’epidemia ci ha dato lezioni che non dobbiamo dimenticare, prima tra tutte il ruolo essenziale dei CAV e delle case rifugio nel sostegno territoriale alle donne, che hanno dimostrato una grande capacità di adattamento nel reinventare un modello di intervento rapido che funziona solo con supporti adeguati. È necessario uscire dalla logica emergenziale per creare un sistema forte e duraturo. Con la seconda ondata pandemica i CAV corrono il rischio di arrivare al limite delle proprie capacità di sopravvivenza e di resilienza. Oggi è necessario istituire un Fondo di emergenza con risorse aggiuntive e prontamente disponibili” spiega Elisa Visconti, Responsabile dei Programmi di ActionAid.
Per permettere alle strutture di sostenere le spese impreviste, a marzo scorso ActionAid ha creato il fondo di pronto intervento #closed4women. Sono stati 24 i Centri in tutta Italia che in tempi rapidi hanno potuto acquistare dispositivi sanitari (mascherine, disinfettante, guanti), sanificare i locali, dare continuità ai servizi di supporto psicologico e legale, fornire aiuti alimentari, sostenere economicamente le donne che hanno dovuto interrompere percorsi di autonomia e di inserimento lavorativo a causa del Covid19. Sono state 189 le donne​ coinvolte, a loro volta 100 tra figlie e figli a carico hanno​ beneficiato di un sostegno.
ActionAid rilancia il Fondo di emergenza con un nuovo finanziamento per supportare i Cav in questa seconda fase della pandemia.

I Sintomi del Covid-19 che troppi sottovalutano

Milano
L’anosmia (mancanza di odorato) e l’ageusia (mancanza del gusto), secondo un nuovo studio, compaiono nel 70% dei pazienti affetti da Covid-19 e per la maggior parte di loro costituisce il "primissimo sintomo della malattia".
Dunque, un alert importantissimo soprattutto in questo post-lockdown: fare caso a questa mancanza di gusto od olfatto, non scambiandola per un raffreddore, può portare a una tempestiva identificazione del virus, con conseguente isolamento dell’infetto, evitando così che il contagio si allarghi.
Secondo lo studio, all’incirca nel 30% dei casi anosmia e ageusia sono stati i primi sintomi del Covid, mentre per il 5% sono stati gli unici, perciò, molto spesso, sono stati sottovalutati o non riconosciuti.
"Siamo stati i primi a raccogliere e analizzare i dati su questi sintomi, peraltro durante la fase 1, quando la pandemia era al culmine e c’era poco tempo per occuparsi di questi studi – rivela la dottoressa Petrocelli –. Ma così facendo abbiamo fatto questa importante scoperta, stravolgendo analoghi studi cinesi, che ritenevano invece come solo il 5% circa dei pazienti accusasse i sintomi in esame. Invece, noi abbiamo scoperto come siano invece estremamente diffusi e per di più precoci e molto specifici. Questo potrà avere un ruolo decisivo nella prevenzione del contagio". Il campione dello studio, composto da operatori sanitari, è stato selezionato perché ritenuto più attendibile nel comprendere e rispondere ai quesiti posti, essendo, di fatto, ’del mestiere’.
"Dalle nostre analisi emerge come le papille gustative si riattivino solitamente dieci giorni dopo la fase acuta della malattia, anche se in alcuni casi uno dei due sintomi si è protratto anche per 30/40 giorni – rivela la dottoressa Baietti –. Questa poi è solo una prima fase dello studio: successivamente approfondiremo se vi sia un legame tra la durata del sintomo e l’infettività del paziente Covid positivo".

Scandalo Sanità Calabrese Cotticelli

Calabria News
L'ex Generale di Corpo d'Armata Commissario della Sanità Calabrese Cotticelli: “Non so cosa mi sia successo durante quell’intervista”. Ieri, domenica 8 novembre Massimo Giletti, conduttore della trasmissione "Non è L’Arena" in onda su La7, ha intervistato Saverio Cotticelli, ex commissario alla sanità in Calabria. Cotticelli ha provato a giustificare il suo comportamento durante la precedente intervista su Rai Tre nel programma "Titolo V". Durante l’intervista Cotticelli aveva dichiarato di non aver realizzato il piano Covid per la Calabria, dicendo di non sapere che il compito spettasse al Commissario alla Sanità. Un errore fatale che gli è costato il posto.

Il sistema sanitario della Calabria risulta così impreparato per la seconda ondata di coronavirus. I tagli a reparti e personale, hanno costretto il governo a dichiarare la Regione zona rossa, nonostante il numero di contagi sia in realtà molto più basso rispetto alle altre Regioni che si trovano nella medesima fascia di rischio. Da settimane il trend dei nuovi casi è in aumento. In Calabria si parla di meno di 300 contagi al giorno. Numeri esigui se confrontati alle migliaia di casi che Lombardia e Piemonte devono gestire quotidianamente. Questo dà l’idea di quanto la situazione degli ospedali calabresi sia gravemente compromessa, anche perchè il sistema di tracciamento non sembra proprio funzionare per niente.

“Sul commissario alla Sanità della Calabria Cotticelli sta andando in scena uno spettacolo indecoroso e un ignobile scaricabarile“. Questo è il commento di Giorgia Meloni su Facebook. “Oggi il presidente del consiglio Conte si scandalizza per una nomina che lui stesso ha fatto nel dicembre 2018. Insieme all’allora ministro M5S della Salute Grillo. E che ha confermato solo pochi giorni fa. I 5Stelle prendono le distanze, ringraziano Conte e dicono che servono ‘persone all’altezza per gestire l’emergenza Covid”. E’ stato un ministro grillino a sottoscrivere la nomina di Cotticelli, ricorda la leader di Fratelli d’Italia. ”Stiamo assistendo ad una scandalosa sceneggiata sulla pelle di due milioni di cittadini calabresi. Che oggi per colpa del M5S e della sinistra non hanno un piano Covid per affrontare la seconda ondata dell’epidemia. Questo disastro è l’ennesima conferma dell’inadeguatezza del governo, che dall’inizio dell’emergenza naviga a vista. Conte e il suo governo chiedano scusa e si dimettano”.

Capitano Ultimo, assessore all’Ambiente della Regione Calabria: "Il generale Saverio Cotticelli è un comodo capro espiatorio” ma “la responsabilità è del governo”. Così, commenta l’ennessimo scivolone di Conte. “La vicenda, se la si esamina con attenzione, è chiara”, dice l’uomo che mise le manette ai polsi di Totò Riina. “Cotticelli a questo punto è un comodo capro espiatorio. Ma le responsabilità sono evidenti e non possono e non devono essere nascoste al popolo calabrese. La responsabilità è del governo e di una leadership che, di fronte al proprio fallimento, avrebbe il dovere di farsi da parte e lasciare il posto ad altri”.

Terapia Genica

terapia genica Per terapia genica (in inglese Gene Therapy) si intende l'inserzione di materiale genetico (DNA) all'interno delle cellule al fine di poter curare delle patologie (es. malattie genetiche). Questa procedura di inserzione è nota come trasfezione.
Fu concepita a seguito del grande progresso delle metodiche di biologia molecolare e ingegneria genetica sviluppatesi a partire dagli anni ottanta. Tali tecniche consentirono il clonaggio ed il sequenziamento di vari geni. Ciò comportò la precisa identificazione di molte alterazioni geniche in diverse patologie e la capacità, grazie alle tecniche del DNA ricombinante, di modificare microorganismi (come batteri o funghi) per poter far loro esprimere delle molecole d'interesse.
In particolare la terapia genica consiste nel trasferimento di uno o più geni sani in una cellula malata, al fine di curare una patologia causata dall'assenza o dal difetto di uno o più geni (mutati). Dunque, è necessario in primo luogo identificare il singolo gene o i diversi geni responsabili della malattia genetica.
Sebbene le terapie siano generalmente sperimentali, si può tentare in secondo luogo - almeno per alcune malattie - la sostituzione dei geni malati sfruttando, ad esempio, come vettore un virus reso inattivo, svuotato preventivamente del suo corredo genetico.
Con un meccanismo piuttosto complesso, che richiede l'uso di 'forbici' molecolari enzimatiche, enzimi di restrizione (con cui si preleva il gene "sano") si può poi 'correggere' il DNA, rimpiazzando le sequenze difettose, in modo tale che la cellula sintetizzi correttamente le proteine necessarie al corretto funzionamento metabolico.
Il passo successivo consistette nella valutazione della possibilità di trasfettare le cellule somatiche di un individuo avente una malattia genetica con un segmento di DNA contenente l'allele sano. Questo approccio si è successivamente esteso anche alle patologie non mendeliane come tumori, infezione da HIV ed altre patologie in cui non si va a sostituire un gene difettoso ma se ne aggiunge uno che possa mettere in moto un fenomeno terapeuticamente utile.

The Core Lesson of the COVID-19 Heart Debate

Lunedì scorso, quando ho chiamato la cardiologa Amy Kontorovich in tarda mattinata, si è scusata perchè era stanca. "Sono stata nel mio laboratorio ad infettare cellule cardiache con SARS-CoV-2 dalle 6 di questa mattina", ha detto.
Potrebbe sembrare uno strano esperimento per un virus che si diffonde nell'aria e infetta principalmente i polmoni e le vie respiratorie. Ma SARS-CoV-2, il nuovo coronavirus dietro la pandemia COVID-19, può anche danneggiare il cuore. Questo era chiaro nei primi mesi della pandemia, quando alcuni pazienti COVID-19 sarebbero stati ricoverati in ospedale per problemi respiratori e sarebbero morti per insufficienza cardiaca. "I cardiologi ci hanno pensato da marzo", ha detto Kontorovich, che ha sede sul Monte Sinai. "I dati si sono diffusi."
Le autopsie hanno trovato tracce del materiale genetico del coronavirus nel cuore e vere particelle virali all'interno delle cellule muscolari del cuore. Gli esperimenti hanno scoperto che SARS-CoV-2 può distruggere versioni cresciute in laboratorio di quelle cellule. Diversi studi hanno ora dimostrato che circa il 10-30% dei pazienti COVID-19 ospedalizzati presentava alti livelli di troponina, una proteina rilasciata nel sangue quando le cellule muscolari del cuore sono danneggiate. Tali pazienti hanno maggiori probabilità di morire rispetto ad altri senza segni di lesioni cardiache.
Questo è preoccupante per le persone con sintomi gravi, ma più recentemente, alcuni studi hanno suggerito che COVID-19 può causare infiammazione del cuore o miocardite, anche nelle persone che hanno mostrato sintomi lievi o si sono riprese. Questi risultati sono stati controversi ma preoccupanti. La miocardite è spesso causata da virus e in molti casi si risolve da sola. Ma può progredire fino a problemi cardiaci più gravi ed è una delle principali cause di morte improvvisa nei giovani adulti. Questi studi hanno contribuito alle decisioni prese da due conferenze calcistiche universitarie, il Big Ten e il Pac-12, di annullare la loro stagione autunnale. (Il Big Ten da allora ha invertito la sua chiamata e il Pac-12 sta considerando di fare lo stesso)
Questi sviluppi hanno solo aggiunto alla mistica di COVID-19. Notizie e articoli scientifici hanno raccontato un bizzarro virus che si comporta come nessun altro e una presunta malattia respiratoria che forse dovrebbe essere riconsiderata come una malattia vascolare. Ma diversi cardiologi e virologi con cui ho parlato dicono che tali affermazioni sono esagerate. COVID-19 è una malattia grave che dovrebbe essere presa sul serio, ma non è poi così strano. Sembra così in parte perché è nuovo ed estremamente diffuso, e quindi attira la nostra piena attenzione nel modo in cui la maggior parte delle malattie virali non lo fanno. Centinaia di ricercatori lo stanno studiando. Milioni di persone ne sono state infettate. E ogni studio, ogni notizia e ogni dettaglio insolito accelera il polso...

Continua a leggere l'articolo al seguente link:
The new coronavirus seems so strange because it has our full attention in a way most viruses don’t:

Meravigliosa Versione di "Man in the Mirror" di Michael Jackson eseguita dai MonoNeon e interpretata dalla fantastica voce di Rozzi



In che modo la pandemia ha provocato un contraccolpo al marketing multilivello?

I vigilantes di YouTube stanno prendendo in mano la difesa dei consumatori.
Per decenni, le società di marketing multilivello hanno avuto vita facile. I coltelli Cutco, i contenitori Tupperware e le miscele di pane Pampered Chef erano prodotti inoffensivi venduti alle feste del vino della settimana e, in seguito, in gruppi a tema su Facebook. Per la maggior parte, erano una parte insignificante della vita delle donne.
Il marketing multilivello, una forma di vendita diretta in cui una parte importante del reddito di una persona proviene non dalle vendite che effettuano da sole, ma dalle vendite effettuate dalle persone che reclutano nell'azienda, è stato spesso considerato uno sfruttamento dai sostenitori dei consumatori, ma raramente incontrato una grave minaccia. Durante la pandemia, i distributori di molte aziende MLM hanno sfruttato questa mancanza di respingimenti a proprio vantaggio: su Instagram e Facebook, le donne hanno cercato di convincere i loro follower a utilizzare i loro controlli di stimolo per entrare a far parte di un'azienda che vende shampoo o prodotti dimagranti. Hanno utilizzato il collasso economico come strumento di reclutamento, offrendo MLM come soluzione alla perdita di reddito e all'aumento della precarietà.
Per Heather Rainbow, una studentessa di chimica di 20 anni, questi appelli sono stati un campanello d'allarme. A maggio, ha realizzato il suo primo video TikTok anti-MLM, proteggendosi in modo ecologico di fronte a quello che afferma essere il rendiconto informativo del 2018 per la società di cura dei capelli Monat, che mostra che il 94% dei suoi distributori aveva un reddito medio di $ 183 quell'anno. Ora si considera una sorta di sostenitrice dei consumatori e combattente della disinformazione, postando su aziende come Cutco, Younique, Arbonne e Lipsense ai suoi 113.000 follower. "Questo è stato il mio primo TikTok a ottenere davvero visualizzazioni", mi ha detto. "Non avevo idea che le persone su TikTok sarebbero state così ricettive al messaggio anti-MLM." (Ho contattato molte delle società citate in questo articolo e la maggior parte, inclusa Monat, non ha risposto alle mie richieste di commento. Un portavoce di Arbonne mi ha detto in una e-mail che le autorità di regolamentazione "hanno riconosciuto la legittimità del marketing multilivello per decenni.")...

Continua a leggere l'articolo al seguente link:
How the Pandemic Stoked a Backlash to Multilevel Marketing YouTube vigilantes are taking consumer advocacy into their own hands:

Numeri vincenti del Million Day

I 5 numeri del Million Day di oggi:


MARTEDI' 20/04: 04 – 14 – 36 – 39 – 53

Lunedì 1 marzo, con il MillionDAY DUE nuovi milionari nel Sud! A Paola, in provincia di Cosenza e a Caivano in provincia di Napoli, i fortunati giocatori hanno vinto 1.000.000€ ciascuno, grazie ad una giocata da 1 euro!

LUNEDI' 19/04: 24 – 38 – 40 – 50 – 55

DOMENICA 18/04: 13 – 28 – 41 – 49 – 50

SABATO 17/04: 02 – 22 – 37 – 51 – 53

VENERDI' 16/04: 03 – 15 – 18 – 21 – 23

GIOVEDI' 15/04: 14 – 17 – 25 – 45 – 46

MERCOLEDI' 14/04: 22 – 36 – 38 – 44 – 46

MARTEDI' 13/04: 02 – 18 – 22 – 34 – 55

LUNEDI' 12/04: 04 – 05 – 09 – 13 – 54

DOMENICA 11/04: 07 – 15 – 16 – 23 – 38

SABATO 10/04: 14 – 16 – 24 – 41 – 53

VENERDI' 09/04: 05 – 07 – 13 – 34 – 38

GIOVEDI' 08/04: 18 – 27 – 28 – 31 – 40

MERCOLEDI' 07/04: 04 – 38 – 47 – 50 – 54

MARTEDI' 06/04: 15 – 16 – 21 – 26 – 41

LUNEDI' 05/04: 07 – 30 – 41 – 50 – 54

DOMENICA 04/04: 01 – 03 – 10 – 18 – 21

SABATO 03/04: 15 – 21 – 23 – 24 – 25

Jackie Venson è una cantautrice e chitarrista americana di Austin, in Texas.


Si è laureata al Berklee College of Music nel 2011. Venson ha pubblicato due album in studio, The Light In Me (2014) e Joy (2019).
Venson è nata ad Austin, in Texas. È cresciuta come la più giovane di nove fratelli. Suo padre, Andrew Venson, ha lavorato per 40 anni come eminente musicista professionista prima di andare in pensione. La madre di Venson l'ha incoraggiata a iniziare a suonare il piano all'età di otto anni. La Venson considera suo padre musicista una grande influenza:
Ebbene mio padre è un musicista professionista ed è stato il mio esempio. A molte persone piace la musica e pensano di avere un'affinità con essa, ma se nessun altro in famiglia lo fa, a volte non la vedono come una possibilità. Avere mio padre come musicista professionista, è come... puoi farlo, è difficile ma puoi farlo.
Venson ha frequentato il Berklee College of Music, dove si è specializzata in composizione e produzione in studio. La Venson è rimasta ispirata dalla facilità con cui un compagno di scuola suonava la chitarra, notando che lo studente "sembrava che si stesse divertendo così tanto, e io ero tipo, 'Amico, non mi diverto così tanto a fare nulla di legato alla musica'". Ha deciso di dedicarsi alla chitarra e ha iniziato a imparare lo strumento nel 2011, durante il suo ultimo anno alla Berklee. I suoi studi di pianoforte e la teoria musicale che ha imparato a scuola hanno aiutato Venson ad adattarsi al nuovo strumento.
Le influenze di Venson includono Buddy Guy, Sade e Alicia Keys. La sua voce è stata paragonata a quella di Joss Stone e Amy Winehouse. Il brano che qui proponiamo è "I will find a way":



Dal Mondo


Al 20 Aprile 2021 secondo i dati presi dal sito della Worldometers.info alle ore 17:00, i casi confermati di Coronavirus nel Mondo hanno superato 143 milioni di persone, precisamente:
Casi Positivi 143.261.495,
Decessi Totali 3.049.992,
Ricoverati 121.633.905
Casi Attivi 18.577.598,
Pazienti attualmente infetti in condizioni lievi 18.469.634 (circa il 99.4%), in condizioni gravi o critiche 108.234 (0.6%).

From the World


As of Avril 20, 2021 according to data taken from the Worldometers.info website at 17:00 , the confirmed cases of Coronavirus in the world have exceeded 143 million people, precisely:
Positive Cases 143.261.495 ,
Total Deaths 3.049.992 ,
Hospitalized 121.633.905
Active Cases 18.577.598 ,
Patients currently infected in mild conditions 18.469.634 (about 99.4%), in severe or critical conditions 108.234 (0.6%).
Guarda sul sito della John Hopkins University la Mappa Aggiornata del Coronavirus nel Mondo.


Vaccinazioni anti-Covid: abilitati farmacisti, pediatri e odontoiatri

Catanzaro - 20/04/2021
Firmati i protocolli d’intesa che definiscono le modalità di coinvolgimento di farmacisti, pediatri e odontoiatri nella campagna regionale di vaccinazione anti-Covid. Gli accordi sono stati sottoscritti ieri dal presidente della Regione, Nino Spirlì, dal commissario della Sanità, Guido Longo, e dalle sigle interessate. - Clicca per saperne di più...


VACCINI ANTI-COVID, APERTE LE PRENOTAZIONI PER L'HUB DI SIDERNO

Catanzaro - 19/04/2021
Da oggi, 19 aprile, sono aperte le prenotazioni, sulla piattaforma di Poste italiane, per l’hub vaccinale di Siderno. A comunicarlo è la Protezione civile regionale. Il centro di vaccinazione anti-Covid di Siderno sarà inaugurato domani, alle ore 11.30. Le somministrazioni saranno effettuate a partire dalle ore 14 dello stesso giorno. Si inizierà con 250 inoculazioni al giorno per arrivare, in breve tempo, a quota 500. Attualmente, possono prenotarsi i soggetti con età compresa tra i 60 anni e i 79 anni. Il vaccino anti-covid previsto e disponibile per questa categoria di soggetti è quello di Vaxzevria così come disposto dall’Ordinanza n. 6/2021. - Clicca per saperne di più...


VACCINI ANTI-COVID, ARRIVATO IL TEAM SANITARIO DELL'ESERCITO

Catanzaro - 18/04/2021
Arrivato in Calabria il team sanitario dell’Esercito che contribuirà alla campagna vaccinale anti-Covid a favore di over 80 e persone fragili. I militari opereranno nelle zone più remote della regione. Il presidente della Giunta regionale, Nino Spirlì – accompagnato dal generale Saverio Pirro, inviato dalla struttura commissariale nazionale, e dal colonnello Alfonso Zizza, coordinatore dell’operazione Eos per la regione Calabria – stamattina ha incontrato, al centro vaccinale di Taurianova, l’ufficiale medico e i due sottufficiali infermieri che compongono il team inviato dal Comando operativo di vertice interforze della Difesa. Il team – la cui attività inizierà lunedì 19 aprile – opererà a domicilio, in coordinamento con le istituzioni sanitarie regionali e in stretta collaborazione con la Protezione civile locale. - Clicca per saperne di più...


Crotone

Frodi: sequestrati dalla GdF a società beni per oltre 373mila euro

16 APR - Beni per oltre 373 mila euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Crotone ad una società operante nel settore turistico alberghiero e nel commercio di articoli sportivi che avrebbe indebitamente beneficiato di contributi europei provenienti dal Por Calabria Fesr 2007/2013 e destinati al miglioramento ed all'ampliamento delle strutture ricettive esistenti. Il provvedimento, emesso dal tribunale di Crotone su richiesta della Procura, è stato eseguito dai militari del Nucleo di Polizia economico-finanziaria.


Crotone

Pesca: sequestrata mezza tonnellata di novellame illecitamente pescato

Pesca: Nel corso di un'operazione mirata sulla filiera della pesca, personale della Polizia stradale e della Capitaneria di Porto di Crotone, ha provveduto a sequestrare quasi mezza tonnellata di prodotto ittico sottomisura, illecitamente pescato e diretto ai mercati siciliani. Il prodotto è stato scoperto all'interno di un furgone fermato dalla pattuglia della Polstrada di Crotone sulla statale 106 in località "Passovecchio". Ai due trasportatori siciliani oltre ad essere stata comminata la sanzione amministrativa di 25 mila euro con sequestro del carico di novellame, è stato sequestrato anche il mezzo con il quale stavano effettuando il trasporto, per mancanza della idonea copertura assicurativa. Inoltre gli stessi sono anche stati sanzionati per aver violato le norme sul contenimento dell'emergenza da Covid-19.


Salvator Mundi battuto all’asta da Christie’s per 450mln di dollari sarebbe un falso

USA - 16/04/2021
Il Salvator Mundi battuto all’asta da Christie’s per 450mln di dollari è un falso. In Francia, il documentario "The Savior for Sale" chiama in causa il Louvre: due funzionari anonimi del governo francese hanno testimoniato che, in occasione della mostra dell’ottobre 2019, il Museo voleva già etichettare l’opera come “Leonardo e lo studio” non attribuendola all’artista al 100%. - Clicca per saperne di più...


Cosenza

"Cittadine e cittadini calabresi per la sanità pubblica"

15 APR - Hanno trascorso la notte all'interno della sede dell'Asp di Cosenza, una decina di cittadini che ieri pomeriggio hanno occupato gli uffici sede per protestare contro le carenze della sanità pubblica calabrese e chiedere l'azzeramento del debito sanitario, la fine del commissariamento, la riapertura degli ospedali e l'assunzione di personale. Nella tarda serata i manifestanti, appartenenti al gruppo "Cittadine e cittadine calabresi per la sanità pubblica" hanno lasciato il tetto della sede dell'Azienda ospedaliera, anch'essa occupata, per riunirsi in un fronte unico e hanno raggiunto l'altro gruppo di manifestanti all'Asp di via Alimena. I manifestanti non hanno intenzione di lasciare il presidio fin tanto che il Ministro della Salute non prenderà immediati provvedimenti.


Catanzaro

BANDO BORGHI, FIRMATE LE PRIME CONVENZIONI CON I COMUNI

14 APR - «Sono 44 le convenzioni già sottoscritte dai Comuni beneficiari del bando sulla valorizzazione dei Borghi della Calabria. L’impegno di spesa, finora, è di 60 milioni e 400mila euro. In totale, sono 73 i Comuni ammessi a finanziamento, con risorse pari a 100 milioni di euro». A comunicarlo è il dipartimento Cultura - settore Borghi della Regione Calabria. Clicca per saperne di più...


Catanzaro

INSEDIAMENTO CONSULTA, SPIRLÌ PARLA AI CALABRESI NEL MONDO: «ABBIAMO BISOGNO DI VOI»

13 APR - «Abbiamo bisogno del vostro aiuto e del vostro sostegno. Seguiteci sempre e aiutateci con i vostri pareri, le vostre proposte. Questa terra è un grande terreno fertile che aspetta anche il ritorno di chi è partito. Qui si può lavorare e investire, si può ricominciare. Quello che c’è di male nella nostra terra, c’è ovunque; e se si combatte ovunque, si può combattere anche qui». Lo ha affermato il presidente della Regione, Nino Spirlì, in occasione dell’insediamento della Consulta dei calabresi nel mondo, avvenuto questa mattina. Clicca per saperne di più...


Catanzaro

AGRICOLTURA, 72 MILIONI PER LA TUTELA DELLA BIODIVERSITÀ

12 APR - Sono stati pubblicati sul portale della Regione Calabria, nella sezione del dipartimento Agricoltura, oltre che sul sito internet www.calabriapsr.it, gli avvisi per la presentazione delle domande di riconferma – per l’annualità 2021 – relative alla misura 11 del Psr Calabria 2014/2020, “Agricoltura biologica”, ed alla misura 10, “Pagamenti agro-climatico-ambientali”. Clicca per saperne di più...


Vibo Valentia

Incendio si sviluppa in un fabbricato di tre piani a Gerocarne.

11 APR - Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia che hanno avviato lo spegnimento delle fiamme che avevano già interessato tetto, realizzato in lamieroni coibentati, e l'appartamento sottostante. Nel contempo sono stati fatti evacuare due nuclei familiari che occupano gli appartamenti al piano terra. L'intervento dei vigili del fuoco ha impedito il proparagsi dell'incendio ai fabbricati adiacenti ed agli appartamenti sottostanti, limitando i danni all'appartamento posto all'ultimo piano che era utilizzato come residenza estiva. A conclusione dell'opera di spegnimento, durata circa 4 ore, e dopo un'attenta verifica, i nuclei familiari fatti evacuare a scopo precauzionale, sono stati fatti rientrare nelle proprie abitazioni.


Catanzaro

COVID, SPIRLÌ FIRMA ORDINANZA PER LA ZONA ARANCIONE

10 APR - Il presidente della Regione, Nino Spirlì, ha firmato l’ordinanza n. 22, che recepisce il provvedimento dello scorso 9 aprile con il quale il ministro della Salute, Roberto Speranza, nell’ambito delle misure di contrasto al Covid-19, ha disposto la zona arancione per la Calabria a partire da lunedì 12 aprile. «L’analisi dei dati a livello regionale – è scritto nell’ordinanza del presidente della Regione – ha evidenziato, negli ultimi sette giorni, un lieve rallentamento nella crescita del numero assoluto dei casi confermati e una leggera diminuzione dell’incidenza per 100mila abitanti calcolata dal 2 all’8 aprile – comunque sempre ampiamente inferiore alla soglia di allerta –, pur permanendo un livello di saturazione nel numero di posti letto occupati in Area medica e terapia Intensiva, a livello di attenzione». Clicca per saperne di più...


Catanzaro

ALTRI 10 MILIONI DI FONDI E BANDO "BENESSERE ANIMALI" PROROGATO

08 APR - È disponibile, sul portale istituzionale www.calabriapsr.it, l’avviso pubblico relativo alla misura 14 del Psr Calabria 2014/2020, “Benessere degli animali”, valido per l’annualità 2021, con il quale vengono aperti i termini per la presentazione delle domande di conferma degli impegni, con un aumento delle risorse disponibili: il bando originario prevedeva una dotazione finanziaria di 28.347.110 euro, ma la Regione Calabria ha inteso impiegare parte delle somme del fondo di transizione per garantire risorse da destinare al settore zootecnico anche negli anni 2021 e 2022. Clicca per saperne di più...


Catanzaro/Reggio Calabria

'Ndrangheta: blitz Gdf e Ros, sequestro di beni per 1 miliardo, coinvolgimento anche della Max Petroli

08 APR - I finanzieri dei Comandi provinciali di Napoli, Roma, Catanzaro e Reggio Calabria, unitamente ai finanzieri dello Scico e ai Carabinieri del Ros, coordinati dalle rispettive Direzioni Distrettuali Antimafia e dalla Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, stanno dando esecuzione a provvedimenti cautelari a carico di una settantina di persone responsabili di associazione di tipo mafioso, riciclaggio e frode fiscale di prodotti petroliferi. Contestualmente sono in corso sequestri di immobili, società e denaro contante per un valore di circa 1 miliardo di euro.
Ci sarebbero anche impianti della società petrolifera Max Petroli - ora Made Petrol Italia Srl - della famiglia Bettozzi, tra i beni sequestrati nel corso della maxi operazione denominata "Petrolmafie Spa", coordinata dalle Dda di Roma, Napoli, Catanzaro e Reggio Calabria, che ha portato all'esecuzione di una settantina di misure cautelari personali ed al sequestro di beni per un miliardo di euro. Nel corso dell'operazione è stata anche arrestata Anna Bettozzi, vedova del petroliere Sergio Di Cesare. Quest'ultima, secondo l'accusa, sarebbe stata amministratrice di fatto anche della nuova società.


Catanzaro

Processo Parco commerciale "Romani": un assolto e due prescritti

06 APR - Un'assoluzione e due non luogo a procedere per intervenuta prescrizione. Questa la sentenza emessa dal Tribunale di Catanzaro al termine del processo su presunti illeciti commessi nel corso della realizzazione del parco commerciale "Romani".
È stato assolto l'allora presidente della commissione Urbanistica del Comune Giulio Elia, difeso dall'avvocato Antonio Lomonaco, unico tra gli imputati ad avere rinunciato alla prescrizione per il quale il pm aveva chiesto 2 anni e 8 mesi di reclusione.
Non doversi procedere per intervenuta prescrizione nei confronti dell'ex sindaco di Catanzaro Rosario Olivo, e di Biagio Cantisani, ex dirigente del Comune, difesi dagli avvocati Carlo Petitto e Nicola Cantafora. Le accuse a vario titolo contestate agli imputati erano truffa, abuso d'ufficio e falso per presunti illeciti relativi alla realizzazione del parco commerciale Romani e dell'Ente Fiera che prevedeva un finanziamento statale di cinque milioni di euro al Comune di Catanzaro.
L'inchiesta sul parco commerciale Romani è stata avviata nel 2012 dalla Guardia di finanza di Catanzaro e verteva sulla realizzazione di un centro fieristico (che doveva sorgere nel Parco Romani) con un finanziamento statale di cinque milioni di euro al Comune di Catanzaro. In particolare, la società Argento, di cui era socio l'imprenditore Gaetano Romani (scomparso di recente e che era imputato nel processo ordinario), aveva fatto una permuta con il Comune di Catanzaro, che acquisì due immobili di proprietà degli imprenditori Giuseppe Gatto e Giuseppe Speziali (entrambi assolti in appello a dicembre 2016). Secondo l'accusa, la permuta doveva servire a compensare un debito di oltre tre milioni di euro che Romani doveva al Comune. (ANSA).


Italia

Raccolti 100mila euro a favore della ricerca e della prevenzione sul cancro grazie al crowdfunding con l'hashtag #graziefraintesa

06 APR - Sono stati raccolti 100mila euro, in meno di 72 ore, a favore della ricerca e della prevenzione sul cancro. "La forza del web, la forza di Francesca", questo è il commento del suo compagno e degli amici di Francesca Barbieri, la travel blogger 39enne conosciuta come Fraintesa, uccisa da un cancro il 2 aprile. All'indomani della sua scomparsa è stato aperto in sua memoria un crowdfunding con l'hashtag #graziefraintesa, che ha polverizzato in poche ore ogni record. Oltre alle donazioni, sono arrivati anche migliaia di messaggi in memoria di Fraintesa, da parte di chi l'ha conosciuta nella vita reale e in quella virtuale, ma anche da parte di chi ha scoperto la sua storia solo dopo la sua morte. Fraintesa ha mantenuto,fino all'ultimo, saldo il legame con i suoi follower; virali i suoi video "sulla vita presa a morsi". L'annuncio della sua morte aveva sorpreso e colpito chi l'amava da vicino e da lontano e la risposta all'invito a dire "Grazie, Francesca" con una donazione è stata compatta e generosa.


Baltimora

15 milioni di dosi del Vaccino Johnson & Johnson mischiate per sbaglio con AstraZeneca

06 APR - Disastroso incidente relativo al vaccino Johnson & Johnson, 15 milioni di dosi rovinate. «È stato un errore umano» riporta il New York Times che racconta di quanto accaduto in uno stabilimento di Baltimora, nel Maryland. «I lavoratori – scrive il quotidiano- hanno accidentalmente fuso gli ingredienti dei vaccini diverse settimane fa, rovinando circa 15 milioni di dosi del vaccino di Johnson & Johnson e costringendo le autorità di regolamentazione a ritardare l’autorizzazione delle linee di produzione dell’impianto».
«L’impianto è gestito da Emergent BioSolutions, un partner di produzione sia di Johnson & Johnson che di AstraZeneca. I funzionari federali hanno attribuito l’errore all’errore umano», sottolinea il New York Times. Le consegne di decine di milioni di dosi del vaccino J&J, che nel prossimo mese dovevano partire proprio dallo stabilimento di Baltimora, sono adesso a rischio. E sono previsti ritardi nelle spedizioni.
Il quotidiano precisa che l’errore non influisce sulle dosi Johnson & Johnson attualmente fornite e utilizzate in America, perché nello stabilimento si producono vaccini destinati prevalentemente all’estero. Ulteriori spedizioni del vaccino Johnson & Johnson – previste per un totale di 24 milioni di dosi nel prossimo mese – avrebbero dovuto provenire dal gigantesco impianto di Baltimora. Consegne che, ora, sono in dubbio.
Johnson & Johnson ha già affrontato un ritardo nella sua produzione che ha portato l’azienda a rimanere indietro rispetto ai suoi impegni col governo Usa. Ha infatti consegnato 20 milioni di dosi entro la fine di marzo. Si è inoltre impegnata a fornire circa 75 milioni di dosi aggiuntive entro la fine di maggio. (Fonte: Secolo d'Italia)


Milano

Chiusura del canale YouTube di Byoblu, la testata fondata e diretta da Claudio Messora

06 APR - Dopo la chiusura del canale di ByoBlu da parte di YouTube, la “Davvero Tv” di Claudio Messora fa un passo verso la televisione. “Hanno chiuso Byoblu”, ha scritto sul suo sito Messora annunciando la sospensione del suo canale con la rimozione di “14 anni di contenuti”. “È tempo di lanciare una sfida”, ha aggiunto, lanciando una campagna di crowdfunding per acquistare un canale nazionale sul digitale terrestre, che ha già raggiunto e superato la cifra obiettivo di 150mila euro.

Per capire le ragioni che hanno portato la piattaforma YouTube a chiudere il canale basta entrare proprio sul canale di Byoblu. “Questo account è stato chiuso per violazione delle Norme della community di YouTube”, si legge, ma nel post inviato anche via mail da Messora si legge che la ragione sarebbe la rimozione di un video di settembre 2020 “in cui parlava l’attivista panafricano Mohamed Konare”, ma non vengono offerti ulteriori dettagli, se non uno storico di quanto accaduto nei mesi passati, quando il sito/testata giornalistica di Messora aveva attirato già l’attenzione di Google.

Nel 2017, Google aveva bandito ByoBlu da AdSense, il network pubblicitario del colosso di Mountain View, dopo aver deciso di rendere più rigorosi i suoi criteri di selezione escludendo così i siti che proponevano contenuti ingannevoli. Tra questi, il sito di Messora. Più recentemente, a settembre, era stato sanzionato con la sospensione per una settimana a causa di un servizio con cui si metteva in dubbio l’efficacia del vaccino contro il Covid-19 Pfizer. In quel caso, ByoBlu aveva parlato di attentato alla libertà di espressione in rete.


Londra

Sette persone sono morte in Gran Bretagna a causa di coaguli di sangue dopo essere state vaccinate con il siero di AstraZeneca

05 APR - Nuove notizie sul fronte del vaccino AstraZeneca arrivano da Londra: sette persone sono morte, il 3 aprile, in Gran Bretagna a causa di coaguli di sangue dopo essere state vaccinate contro il Coronavirus con il siero di AstraZeneca: lo ha reso noto oggi la Medicines and Healthcare Products Regulatory Agency (MHRA). Ieri la stessa MHRA aveva detto di avere identificato 30 casi di eventi avversi riguardanti la coagulazione del sangue su oltre 18 milioni di somministrazioni dello stesso vaccino. "La nostra revisione approfondita di queste segnalazioni sta continuando", ha detto il direttore della Mhra June Raine in una dichiarazione.
Intanto l'Olanda, che ieri aveva sospeso la somministrazione di AstraZeneca agli under 60, oggi ha deciso lo stop totale del vaccino di Oxford almeno fino al 7 aprile dopo 5 casi di trombi nel sangue (uno dei quali letale).


New York

Il rapper DMX ricoverato dopo un'overdose: è gravissimo

03 APR - Il rapper e attore di Mount Vernon, Stato di New York, DMX, è stato ricoverato con urgenza in una struttura ospedaliera della Grande mela dopo un'overdose. Secondo il sito Tmz l'artista, 50 anni, si è sentito male lo scorso venerdì 2 aprile intorno alle 23 dipo aver consumato della droga. L'ambulanza lo ha trasportato al White Plains Hospital nel reparto di terapia intensiva in gravissime condizioni.


Catanzaro

Il sindaco Sergio Abramo ha inviato un messaggio della propria vicinanza agli agenti di Pubblica sicurezza aggrediti alcune sere fa nel quartiere Lido.

01 APR - "L’aggressione subita dagli Agenti della Polizia di Stato, ai quali auguro una pronta guarigione e rivolgo la più totale solidarietà, non può essere letta come un singolo episodio, perché ribadisce, in tutta la sua crudezza, la necessità che le Forze dell’Ordine abbiano un più deciso sostegno, in termini di risorse umane, materiali ed economiche, da parte dello Stato." E' quanto afferma il Sindaco Abramo che aggiunge: "Non si deve pensare di contrastare la criminalità, organizzata e non, facendo leva soltanto sullo spirito di servizio e sull’abnegazione dei singoli operatori della sicurezza, che vigilano costantemente sull’ordine pubblico, ma deve essere affiancata da una marcata inversione di tendenza a livello ministeriale. La scure dei tagli non va indirizzata verso un comparto così importante, altrimenti si continuerebbe a mettere in serio pericolo, oltre a quello che già corrono ogni giorno per mestiere, gli agenti e i militari che tutelano la nostra sicurezza. Un plauso voglio rivolgerlo, inoltre, al questore Carella e ai suoi uomini che, in relazione all’episodio di ieri, hanno prontamente assicurato alla Giustizia gli autori dell’aggressione ai loro due colleghi". Clicca per saperne di più...


Rende/Catanzaro

Allusioni o atti espliciti avvenuti sia nelle aule, anche secondo le denuncianti ad opera di docenti e operatori dell'Università, che all'esterno

30 MAR - Sarebbero un centinaio le studentesse universitarie dell'Università della Calabria e dell'Università Magna Graecia di Catanzaro che rispondendo ad un semplice sondaggio lanciato dal gruppo 'Fem.In Cosentine in lotta', che chiedeva "Pensi che l'università sia uno spazio sicuro?", hanno denunciato una serie di molestie sessuali che avvengono negli atenei. Le testimonianze sono numerose e riguardano anche l'ateneo di Arcavacata. Rimanendo nell'ambito dell'Unical molte ragazze riferiscono anche di non sentirsi al sicuro all'interno degli alloggi universitari.


Catanzaro

Tavolo Tecnico in Regione su Porto di Gioia e Corap

29 MAR - Spirlì: «Al lavoro per nuovi progetti». Tavolo tecnico in Regione Calabria dedicato al Porto di Gioia Tauro, alla Zona economica speciale (Zes) e al Consorzio regionale per lo sviluppo delle attività produttive (Corap). Al vertice operativo hanno preso parte il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, la sottosegretaria per il Sud e la Coesione territoriale, Dalila Nesci, l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Fausto Orsomarso, e i commissari di Autorità portuale di Gioia Tauro, Zes Calabria e Corap, Andrea Agostinelli, Rosanna Nisticò e Renato Bellofiore, il capo di Gabinetto, Luciano Vigna, e i dirigenti generali dei dipartimenti Presidenza e Programmazione unitaria, Tommaso Calabrò e Maurizio Nicolai. - Clicca per saperne di più...


New York

Il governatore di New York Andrew Cuomo ha annunciato il lancio dell'Excelsior Pass

28 MAR - Si tratta di un'app digitale gratuita e volontaria sviluppata in collaborazione con IBM che verificherà se un singolo utente è completamente vaccinato contro il Covid-19 o è risultato recentemente negativo alla malattia. La piattaforma ha lo scopo di accelerare la riapertura di arene sportive, locali di musica, ristoranti e altre attività con limitazioni di capacità dovute al Covid-19 in conformità con le linee guida del Dipartimento della Salute dello Stato di New York.
New York è il primo stato degli Stati Uniti a lanciare formalmente un passaporto digitale per Covid-19. Il lancio segue due dimostrazioni pilota di successo e un beta test che ha incluso migliaia di newyorkesi in un'implementazione limitata. "La questione della 'salute pubblica o dell'economia' è sempre stata una scelta sbagliata - la risposta deve essere entrambe", ha affermato il Governatore Cuomo in una dichiarazione. "Poiché sempre più newyorkesi vengono vaccinati ogni giorno e poiché i parametri chiave della salute pubblica continuano a raggiungere regolarmente i tassi più bassi da mesi, il primo Excelsior Pass della nazione annuncia il passo successivo nella nostra riapertura ponderata e basata sulla scienza".
L'Excelsior Pass è disponibile per gli utenti iPhone e Android e funziona come una carta d'imbarco di una compagnia aerea mobile. Le persone ricevono un pass digitale con un codice QR sicuro, che possono stampare o memorizzare sui loro smartphone utilizzando l'app Excelsior Pass Wallet. Le aziende e le sedi partecipanti possono utilizzare un'app complementare per scansionare il codice QR del cliente per verificare il suo stato Covid mantenendo i dati protetti e riservati. Come parte del lancio iniziale, i newyorkesi partecipanti possono utilizzare l'Excelsior Pass per verificare il loro stato Covid-19 per ottenere l'accesso ai principali stadi e arene, ricevimenti nuziali o catering e altri eventi al di sopra del limite di incontri sociali.
Le principali sedi dell'Empire State, tra cui il Madison Square Garden da 20.000 posti a New York City e il Times Union Center da 17.500 posti ad Albany, stanno già pianificando di utilizzare questa tecnologia. A partire dal 2 aprile, l'Excelsior Pass si espanderà in luoghi più piccoli per arti, intrattenimento ed eventi. "Il Times Union Center non vede l'ora di utilizzare questa piattaforma e rendere disponibile questa eccellente tecnologia per eventi futuri", ha affermato Bob Belber, GM del Times Union Center. "Questo sarà un punto di svolta per il continuo processo di riapertura della nostra sede e per i newyorkesi nella regione della capitale e oltre".
Excelsior Pass si basa sulla soluzione Digital Health Pass di IBM ed è progettato per verificare le credenziali sanitarie come i risultati dei test e le registrazioni delle vaccinazioni senza la necessità di condividere le informazioni mediche e personali sottostanti. Tecnologie sicure, come blockchain e crittografia, sono intrecciate in Excelsior Pass per proteggere i dati e nessun dato sanitario privato viene archiviato o tracciato all'interno delle app. "Lo stato [di New York] sta modellando per il resto del paese in che modo nuovi approcci tecnologici possono aiutare a rinvigorire in sicurezza le economie mentre si sforzano anche di proteggere la salute pubblica", ha affermato Steve LaFleche, GM di IBM Public and Federal Markets. La tecnologia è flessibile e costruita per scalare, afferma LaFleche, quindi altri stati potrebbero unirsi alla piattaforma in futuro.


Roma

La Calabria in zona rossa da lunedì, l'indice Rt schizza a 1,37

26 MAR - La Calabria passa in zona rossa lunedì prossimo. È quanto emerge dalla bozza del rapporto settimanale dell’Istituto superiore di sanità. Dalla prossima settimana, quindi, la nostra regione cambierà colore, passando dall’arancione al rosso, che decreta il massimo grado di restrizione. Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà in serata nuove ordinanze che andranno in vigore a partire da lunedi 29 marzo. Passano in area rossa le Regioni Calabria, Toscana e Val d'Aosta.


Catanzaro

Sono 19.950, pari al 13,03 dei 153.062 totali, gli over 80 calabresi che hanno completato il ciclo vaccinale

26 MAR - Dopo la somministrazione della prima e della seconda dose è quanto riporta la tabella delle vaccinazioni in Italia aggiornata alle 8 di oggi pubblicata sul sito della Presidenza del Consiglio dei ministri. Quelli che hanno ricevuto la prima dose sono 59.532 (38,89%) mentre quelli che devono ricevere ancora la prima dose sono 93.530, pari al 61,11%. Per il personale scolastico (46.350), quelli che hanno ricevuto la prima dose sono stati 9.212 (19,87) mentre hanno ultimato il ciclo vaccinale in 89 (0,19%) e restano da vaccinare 37.138 persone, l'80,13%.


Vibo Valentia

In manette Salvatore Lo Bianco e Rosario Lo Bianco, ai quali è contestato l’uccisione dell’imprenditore Filippo Piccione avvenuta 28 anni fa.

25 MAR - Un delitto, quello ricostruito dai Ros dei carabinieri, compiuto nel 1993. In manette Salvatore Lo Bianco e Rosario Lo Bianco, ai quali è contestato l’uccisione dell’imprenditore Filippo Piccione. Ai due si contestano anche le aggravanti per aver agito con premeditazione, al fine di agevolare l’attività della ‘ndrina Lo Bianco-Barba, quale articolazione territoriale dell’organizzazione mafiosa denominata ‘ndrangheta.
L’indagine, condotta dai carabinieri del Ros e del Nucleo investigativo del comando provinciale di Vibo Valentia, coordinata dalla procura Distrettuale antimafia di Catanzaro, è nata da uno stralcio del procedimento Rinascita – Scott, a seguito del quale, il 19 dicembre 2019, erano state eseguite dall’Arma 334 misure cautelari a carico di altrettanti indagati responsabili, a vario titolo, di associazione mafiosa e altri gravi delitti connessi.
Secondo quanto risulta dai documenti del procedimento, l’omicidio sarebbe stato deciso dai vertici della cosca Lo Bianco, attiva nella città di Vibo Valentia, che vollero vendicare la morte del loro congiunto Leoluca Lo Bianco, ucciso, nelle campagne di Vibo Valentia l’1 febbraio 1992. Dalle investigazioni sarebbe emerso che i colpi di fucile che causarono la morte di quest’ultimo erano stati esplosi proprio dall’interno di una proprietà di Filippo Piccione, zio fra l’altro del dentista Giancarlo Conocchiella, quest’ultimo rapito e poi ucciso dal clan Candela di Favelloni di Cessaniti.
Filippo Piccione era, infatti, il fratello di Elisabetta, madre di Giancarlo Conocchiella, il dentista rapito il 18 aprile del 1991 e mai tornato a casa. L’omicidio di Filippo Piccione avvenne giorno di Carnevale. Secondo quanto si evince dal racconto del collaboratore di giustizia Andrea Mantella, all’epoca i due Carmelo Lo Bianco che comandavano in città – “Sicarro” e “Piccinni” (entrambi oggi deceduti) – intendevano incaricare lui e il sodale Francesco Scrugli.
Alla fine – secondo Mantella – in sua presenza affidarono il compito ad un loro nipote, «Salvatore Lo Bianco detto “U Gniccu”». Sarebbe stato lui a sparare e a uccidere Piccione. A guidare la moto – dice Mantella – Nicola Lo Bianco, il figlio del boss Carmelo “Sicarro”, poi quest’ultimo vittima a sua volta della lupara bianca nel 1997. Dagli atti di "Rinascita Scott" non si ricava il movente ma «che le cose siano andate così mi è stato riferito proprio da Salvatore Lo Bianco e da Nicola Lo Bianco», svela Mantella ai pm della Dda di Catanzaro l’8 giugno del 2016.
Titolare di uno studio che si occupava di relazioni geognostiche e di un’azienda che scavava pozzi artesiani, Piccione aveva subito il taglio di numerose piante d’ulivo circa un anno prima. Tale circostanza, ingenerò all’interno della cosca Lo Bianco, il sospetto di un coinvolgimento dell’imprenditore vibonese, secondo quanto complessivamente ricostruito anche attraverso l’esame delle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia, costituendo, dunque, la ragione dell’efferato omicidio.


BERLINO

Angela Merkel ha revocato il lockdown rafforzato previsto intorno alle vacanze di Pasqua in Germania

24 MAR - Il lockdown rafforzato previsto intorno alle vacanze di Pasqua in Germania è stato revocato da Angela Merkel. Lo scrive l'agenzia tedesca Dpa citando fonti informate a pochi minuti dall'inizio di un nuovo vertice fra governo e Laender. «È stato un errore, e gli errori vanno corretti in tempo, questo è ancora possibile. Me ne assumo la responsabilità». Secondo Spiegel è quello che avrebbe detto Angela Merkel, all'inizio del vertice Stato-Regioni, annunciando l'annullamento. «Chiederò scusa al Paese», avrebbe anche aggiunto la Cancelliera tedesca.


Reggio Calabria

'Ndrangheta: mani delle cosche su Asp Reggio Calabria, 14 arresti

23 MAR - Quattordici arresti sono stati eseguiti stamattina dai carabinieri del Ros a Reggio Calabria, Catanzaro e Bologna nell'ambito di un'inchiesta che ha riguardato la cosca Piromalli e le infiltrazioni nell'Asp di Reggio Calabria. L'ordinanza è stata emessa dal gip su richiesta del procuratore Giovanni Bombardieri e dell'aggiunto Gaetano Paci.
Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, corruzione, trasferimento fraudolento di valori, traffico di influenze illecite in concorso, tutti aggravati dal metodo mafioso.
L'indagine si era chiusa prima della pandemia, nel 2018. Gli investigatori del Ros si sono concentrati sull'Asp di Reggio Calabria la cui competenza si estende sull'intera provincia amministrativa suddivisa nei distretti sanitari di Reggio Calabria, Tirrenico e Ionico ed il cui funzionamento è stato alterato dai condizionamenti mafiosi.
Le procedure per la nomina dell'attuale direttore del distretto Tirrenico dell'Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria, Salvatore Barillaro - posto ai domiciliari - sarebbero state alterate per rispondere alla volontà dei medici Giuseppantanio e Francesco Michele Tripodi - deceduti nel 2018 - che, grazie a quella nomina avrebbero poi controllato il distretto sanitario sia per le forniture di dispositivi medici che per influenzare i trasferimenti del personale. E' quanto emergerebbe dall'inchiesta "Chirone". Le indagini, secondo gli investigatori, hanno consentito di documentare gli assetti organizzativi della cosca Piromalli del ramo facente capo a Giuseppe, di 76 anni, nell'ambito della quale avrebbero assunto una posizione di particolare rilievo i medici Tripodi. Francesco Michele Tripodi era genero del decano Girolamo Piromalli "Don Mommo". Il figlio di Francesco Michele, Fabiano, è risultato figura di riferimento degli assetti societari operanti nel settore sanitario della Minerva, Mct Distribution & Service srl e Lewis medical srl.
Attraverso l'azienda Mct, secondo l'accusa riconducibile al sodalizio, e alla Lewis Medica, che faceva da "schermo", essendo aggiudicatrice di appalti di fornitura all'Asp di Reggio Calabria, la cosca sarebbe riuscita ad ottenere gli ordinativi per la fornitura dei materiali medicali nei presidi dell'Asp, in particolare negli ospedali di Gioia Tauro, Polistena, Locri e nell'Azienda ospedaliera del capoluogo. I proventi delle forniture venivano ripartiti, tra la Mct di Gioia Tauro e la Lewis Medica di Lamezia Terme nella misura del 50% allo scopo di eludere le disposizioni in materia di prevenzione patrimoniali, ragione per la quale sono state oggetto di sequestro preventivo.
Le aziende riuscivano ad accaparrarsi le forniture sia ricorrendo a procedure di affidamento diretto, sia attraverso un collaudato sistema di corruttela del personale medico e paramedico incaricato delle richieste di approvvigionamento. Secondo gli investigatori sono stati infatti registrati diversi episodi di corruzione, che riguardavano oltre a regalie di diverso genere, l'elargizione di contributi legati a percentuali su commesse garantite alle ditte, che variavano dal 2,5 al 5% a seconda del prodotto e dell'ordine effettuato.(FONTE: ANSA)


XXVI Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Italia - 21/03/2021
"La Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie giunge alla sua ventiseiesima edizione: un periodo lungo che ha reso protagonista una vasta rete di associazioni, scuole, realtà sociali in un grande percorso di cambiamento dei nostri territori, nel segno del noi, nel segno di Libera..."
"Il 21 marzo è un momento di riflessione, approfondimento e di incontro, di relazioni vive e di testimonianze attorno ai familiari delle vittime innocenti delle mafie, persone che hanno subito una grande lacerazione che noi tutti possiamo contribuire a ricucire, costruendo insieme una memoria comune a partire dalle storie di quelle vittime. È una giornata di arrivo e ripartenza per il nostro agire al fine di porre al centro della riflessione collettiva la vittima come persona e il diritto fondamentale e primario alla verità, diritto che appartiene alla persona vittima, ai familiari della stessa, ma anche a noi tutti. È altresì il momento in cui dare spazio alla denuncia della presenza delle organizzazioni criminali mafiose e delle connivenze con politica, economia e massoneria deviate..." - Clicca per saperne di più...


L'ASSESSORE DE CAPRIO: «ULIVO BIANCO, SIMBOLO DI LEGALITÀ E FRATELLANZA»

Catanzaro - 20/03/2021
«L’ulivo bianco torna a essere l'albero della legalità e della fratellanza della Regione Calabria». È quanto dichiara l’assessore all’Ambiente della Giunta regionale, Sergio De Caprio, dopo la delibera approvata ieri, su sua indicazione, in merito al riconoscimento dello stesso ulivo, noto col nome di leuco carpa, «come albero di interesse regionale».
«Questo albero – spiega l’assessore – è un simbolo che riprende la tradizione e la storia calabrese, introdotto nel VI secolo d.C. nell'isola greca di Kasos dai monaci basiliani. I cittadini calabresi si riappropriano dei propri tratti distintivi, delle radici profonde che li legano a una legalità fondata sulla fratellanza tra le persone e tra i popoli». - Clicca per saperne di più...


ROMA

Strasburgo, incendio in un datacenter dell’azienda di server Ovh: centinaia di siti web giù

13 MAR - Le fiamme hanno distrutto un intero edificio di quattro piani della società francese OVH. Nessuna vittima, ma diversi problemi di rallentamenti o difficoltà di connessione per i clienti. «Ora un piano per la ripartenza», ha twittato il Ceo. Verso le 3 del mattino, a Strasburgo, un incendio ha distrutto uno dei datacenter più grandi d’Europa, quello di proprietà dell’azienda francese Ovh. La società, che si occupa di server, ha comunicato che le fiamme hanno colpito tre dei quattro edifici di proprietà, ma fortunatamente non ci sono state vittime. «Abbiamo provveduto ad attivare il Disaster Recovery Plan», ha scritto su Twitter il fondatore Octave Klaba. Dopo circa quattro ore dal primo allarme, l’incendio è stato domato. Klaba ha sottolineato che tre palazzi non potranno tornare operativi in giornata. Secondo gli ultimi aggiornamenti del Ceo, nelle prossime due settimane verranno ricostruite le parti principali dei tre palazzi e controllate le connessioni per riprendere il lavoro.
Il fondatore sul posto: «Tutti i server sono nell’edificio SBG3 sono ok. Spenti, ma non rovinati. Creeremo un piano per farli ripartire e connettere ai network», ha scritto ancora Klaba su Twitter, per tranquillizzare i clienti della sua azienda. Solo un’ora prima aveva spiegato di essere arrivato sul posto e di voler controllare i server negli edifici interessati dalle fiamme «per creare un piano di ripartenza». Tantissimi utenti di Twitter hanno commentato i post di Klaba chiedendo di intervenire presto sul ripristino dei servizi perché hanno rilevato dei problemi nei loro server.
L’azienda nasce nel 1999 da un'idea di Octave Klaba, allora studente del terzo anno presso l'ICAM di Lille. Ha sede a Roubaix, nel nord della Francia ma i suoi data center sono sparsi in tutta Europa. Il nome Ovh è un acronimo di On Vous Héberge («Noi Vi Ospitiamo»). La società , di cui oa Klaba è Ceo insieme a Michel Paulin, possiede 17 datacenter per un totale di 250 mila server. Offre i suoi servizi in 17 Paesi tra cui Canada, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Polonia, Regno Unito, Stati Uniti. Nel 2019, a vent'anni dalla sua fondazione, Ovh contava più di 1,5 milioni di clienti nel mondo.


ROMA

Insulti social a Mattarella, il Presidente della Repubblica minacciato di morte, perquisizioni in tutta Italia

12 MAR - "Armiamoci e andiamo ad ammazzare quel figlio di Tr***", "ti auguro di morire male", "non vedo l'ora che ci sia il tuo funerale", "pezzo di m**** ti voglio vedere morto". Sono solo alcune delle minacce contro il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che sono circolate sul web e che sarebbero alla base dell'inchiesta condotta dalla Procura di Roma.
Da piazzale Clodio si ipotizza il reato di offesa all'onore e al prestigio del Capo dello Stato, che ha dato origine a perquisizioni da parte della Polizia della Digos in varie città italiane. Un'indagine per reati perseguibili d'ufficio e che quindi ha portato la magistratura a muoversi senza la necessità di una denuncia, con un'azione resasi necessaria vista la pesantezza e la gravità dei contenuti dei messaggi circolati sui social.
Insomma, non semplici critiche magari accompagnate da offese, ma auspici di morte per il Presidente della Repubblica che non potevano non richiedere l'apertura dell'inchiesta per l'individuazione degli autori di tali attacchi.
Secondo le informazioni che provengono dalla Questura di Roma, la Polizia di Stato, dalle prime ore di questa mattinata, con personale della Polizia Postale e delle D.I.G.O.S. territorialmente competenti sta effettuando perquisizioni personali, locali e informatiche, delegate dalla Procura della Repubblica di Roma a carico di altrettanti soggetti residenti in varie località del territorio nazionale per aver avuto un ruolo significativo nella campagna d’odio, veicolata sul web anche attraverso gravi minacce, nei confronti di numerose figure istituzionali ed in particolar modo del Presidente della Repubblica, soprattutto a seguito delle misure adottate per il contenimento della pandemia.


ASTRAZENECA

AstraZeneca, casi di trombosi dopo il vaccino: allarme in Italia e in Europa. La Von der Leyen a Draghi: "Non ci sono nessi"

11 MAR - La Danimarca ha sospeso la somministrazione, la Germania no. In Italia ritirato un lotto: due casi sospetti anche in Sicilia. Due eventi simili in Austria. Anche Vienna, insieme a Estonia, Lituania, Lettonia e Lussemburgo, hanno deciso per precauzione di interrompere le somministrazioni. L'Ema aveva escluso la correlazione con la somministrazione del prodotto. Ora avvia le indagini ma conferma: "I benefici del vaccino superano i rischi". Vagliata l'ipotesi di impurità nelle fiale.
Chi sembra andare controcorrente è Roberto Burioni che su Twitter interviene sul caso dei lotti del vaccino anti Covid AstraZeneca. In Italia l'Aifa ha deciso di sospendere e vietare l'utilizzo del lotto ABV2856, di cui faceva parte una dose di siero che ha portato alla morte del militare Stefano Paternò. Con riferimento all'altro lotto ABV5300, finito sotto esame per un decesso registrato in Austria, un caso di embolia polmonare e due segnalazioni di eventi tromboembolitici, il professore dell'università Vita-Salute San Raffaele di Milano ha attaccato AstraZeneca: "Giungono notizie allarmanti riguardo al vaccino AstraZeneca (un solo lotto?) di cui non posso dirvi niente. Spero che AstraZeneca, che ha 76mila dipendenti e 3 miliardi di utili annui, possa degnarsi di destinare alcune delle sue risorse a spiegare quello che è accaduto".


VIBO VALENTIA

Sit-in dei sindaci del vibonese contro la decisione del commissario per la sanità della Calabria Guido Longo di trasferire 2000 dosi di vaccino che vanno ad aggiungersi alle mille già dirottate all'Asp di Reggio Calabria

10 MAR - Gli amministratori sono andati davanti l'Asp di Vibo dove hanno incontrato il commissario Maria Pompea Bernardi esternando tutta la loro contrarietà per una decisione "che penalizza fortemente il territorio. Tutti gli sforzi fin qui prodotti per consentire una campagna vaccinale di per sé già difficile, visto che solo il 25% degli over 80 potrà accedere al vaccino - hanno detto - sono vanificati da questa decisione immotivata e assurda". Il corteo si è poi trasferito davanti ai locali dell'ospedale di Vibo dove sono conservate le dosi che attendono di essere trasportate a Reggio Calabria. Al momento il trasferimento è fermo perché si attendono comunicazioni ufficiali e pertanto l'ambulanza inviata dall'Azienda di Reggio sta sostando nel piazzale retrostante il nosocomio.
"Di fronte a questo 'scippo' - ha affermato Maria Limardo, presidente della Conferenza dei sindaci - insieme a tutti i colleghi non rimarremo fermi e siamo disposti ad azioni eclatanti per garantire il diritto alla salute dei nostri cittadini. Non siamo più disposti a tollerare provvedimenti che penalizzano e mortificano, ancora una volta, questo territorio e non esiteremo ad investire le più alte cariche istituzionali della Repubblica per sapere se anche in questa provincia vige la Costituzione e soprattutto viene garantito il diritto alla salute definito in maniera solenne un diritto fondamentale dell'individuo..."


SPUTNIK V

Un nuovo studio condotto in Argentina “ha confermato la produzione di anticorpi neutralizzanti nel sangue del 100% delle persone vaccinate con Sputnik V”

06 MAR - I risultati sono stati presentati ieri durante l’incontro online tecnico-scientifico tra le direzioni e i ricercatori dell’Inmi Spallanzani Irccs di Roma con il Centro nazionale di ricerca epidemiologica e microbiologica Nicolaj Gamaleya e del Fondo Russo di Investimento.
Nel corso della riunione si è discusso degli aspetti relativi “allo sviluppo ed alla implementazione clinica del vaccino Sputnik V e di nuovi anticorpi monoclonali - precisa la nota dell’Inmi - Il gruppo russo ha, infatti, presentato dati relativi a nuovi aspetti degli studi di impatto nella popolazione anziana e nei confronti delle varianti emergenti di Sars-CoV-2”. La conferenza è stata aperta dai direttori dei due istituti, Alexander Gintsburg e Francesco Vaia.
Nel corso dell’incontro “sono state avanzate ipotesi di collaborazione scientifica che prevedono la condivisione di dati, materiali biologici e tecnologie tra i due Istituti. Il Fondo Russo di Investimento ha comunicato l’avvenuto trasferimento delle tecnologie in una serie dei paesi fuori dalla Federazione Russa (tra cui India, Cina, Corea del Sud e Brasile) e la disponibilità a seguire un percorso simile anche in Italia”. I due Istituti hanno condiviso “la necessità di instaurare rapporti stabili di collaborazione scientifica finalizzati allo sviluppo e alla valutazione clinica di nuove strategie vaccinali e terapeutiche. Si provvederà a breve a stilare un protocollo d’intesa tra i due istituti”.


CASERTA

Operatore socio-sanitario di 52 anni deceduto a causa del Covid nonostante avesse già completato l'iter vaccinale con prima e seconda dose di vaccino.

27 FEB - L'uomo, originario di Pietravaraino (Caserta), era stato ricoverato al Covid Hospital di Maddaloni sempre nel casertano. Al 52enne era stata somministrata la prima dose a metà gennaio e la seconda dopo 21 giorni così come vuole il protocollo ma qualcosa è andato storto. "Ha iniziato a stare male dopo la somministrazione della prima dose - spiega all'Agi il direttore dell'Asl di Caserta, Ferdinando Russo - quando è stato ricoverato la prima volta, a inizio febbraio, presentava un quadro di compromissione polmonare importante e dalle analisi radiologiche siamo riusciti a stabilire che aveva contratto il virus da almeno 10 giorni per il grado di polmonite che presentava. Quindi, per tranquillizzare tutti, nessun flop del vaccino: purtroppo, il Covid-19 era già entrato nell'organismo prima che si potessero sviluppare gli anticorpi". Sono numerosi i casi in giro per il mondo di gente ammalata nonostante il vaccino, ma in tutti i casi l'infezione ha anticipato la cura. I sospetti che si trattasse di variante inglese sono diventati certezza quando lo sfortunato operatore sanitario è stato sottoposto ad ulteriori analisi. "In queste ore - precisa il direttore Russo - sto leggendo di persone che dopo questo caso si stanno interrogando sull'efficacia del vaccino, vorrei tranquillizzare e precisare che purtroppo l'uomo è stato solo sfortunato perchè ha contratto il Covid tra la prima e la seconda vaccinazione, quindi prima che potesse sviluppare gli anticorpi". Questo caso, però, fa emergere un problema serio ed importante di cui si parla ogni giorno sempre di più: è meglio vaccinare la maggior parte della gente anche soltanto con una dose o vaccinarne di meno ma completando l'iter che prevede due dosi di vaccino? La risposta non è certamente facile, in ognuna delle due situazioni si troveranno sempre pro e contro.


COSENZA

Superato il vaglio del monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute: resta zona "gialla" la Calabria.

27 FEB - L'Rt puntuale questa settimana è 1.01 contro lo 0.76 della settimana scorsa. I dati giornalieri dicono che che i contagi sono tornati a salire, anche se leggermente (+241, ieri erano 194) e a fronte di un aumento di vaccini fatti (da 2.454 a 3.008). Risalgono anche i ricoverati sia in area medica (+3, 189) che in terapia intensiva (+2, 19). Nelle ultime 24 ore sono state tre le vittime che portano il totale dei decessi da inizio pandemia a 677. In rialzo, di 100, gli isolati a domicilio (6.031) e anche i casi attivi (6.239, +105). I nuovi guariti sono 133 (30.617). Il delegato del soggetto attuatore per l'emergenza Covid resta il direttore generale reggente del dipartimento Protezione civile della Regione Calabria Fortunato Varone. Quanto ai vaccini, a Reggio Calabria si è tenuta una riunione in Prefettura per superare le difficoltà che hanno caratterizzato i primi giorni della campagna per gli over 80 con assembramenti davanti palazzo Campanella dove l'Asp ha allestito un centro vaccinale. La vaccinazione degli over 80 è iniziata anche a Cosenza, con i primi 45 che hanno ricevuto la prima dose di vaccino Pfizer all'interno della centro vaccinazioni di via degli Stadi.


CATANZARO

Confisca di beni mobili e immobili per circa 20 milioni di euro, riconducibili a Giovanni Mancuso, detto "Billy"

23 FEB - Beni mobili e immobili per circa 20 milioni di euro, tutti riconducibili a Giovanni Mancuso, detto "Billy", di 80 anni, esponente di spicco dell'omonima cosca di 'ndrangheta, già sottoposto a sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, sono stati confiscati dai finanzieri del Comando provinciale di Vibo Valentia, coordinati dal Procuratore di Catanzaro,Nicola Gratteri, dall'Aggiunto, Vincenzo Capomolla e dai sostituti Antonio De Bernardo e Pasquale Mandolfino. Il provvedimento, eseguito su disposizione della seconda sezione penale del Tribunale di Catanzaro, trae origine dall'operazione "Terra Nostra", diretta dalla Dda e condotta dal Nucleo di Polizia economico finanziaria di Vibo Valentia, a conclusione della quale, nell'ottobre 2019, erano stati sequestrati 92 terreni: 29 fabbricati; 6 autoveicoli; 1 trattore agricolo; 2 aziende agricole; due ditte individuali, delle quali una esercente l'attività di commercio di carbolubrificanti con annessa stazione di servizio, tutti riconducibili al Mancuso Giovanni, ma formalmente intestati a prestanomi. L'emissione del decreto di confisca è arrivato a conclusione dell'attività istruttoria che ha confermato la riconducibilità dei beni al Mancuso, nonché la sussistenza del profilo della sproporzione tra i redditi del suo nucleo familiare e il valore dei beni sequestrati. Dalle indagini era emerso che Giovanni Mancuso Giovanni assieme ad altri 23 componenti del medesimo nucleo familiare e ad affiliati al clan, controllava tutte le attività economiche del comune di residenza e dei centri vicini ricavandone illeciti profitti e costituendo un patrimonio di beni detenuti sia direttamente che attraverso soggetti ai quali ne era stata attribuita, fittiziamente, la titolarità e/o la disponibilità. Gli immobili confiscati, tra cui capannoni industriali, terreni, un'area di servizio e una villa, sono ubicati a Milano, Limbadi, Nicotera, Filandari, Rombiolo, Zungri, Drapia e Vibo Valentia.


REGGIO CALABRIA

Il presidente della Provincia e sindaco di Stefanaconi, Salvatore Solano, è risultato positivo al Covid-19

19 FEB - La notizia è stata data dallo stesso interessato sul canale Facebook del comune. Solano ha riferito di aver appreso l'esito del tampone nella serata di ieri dopo essersi sottoposto poco prima al test. Nel pomeriggio di ieri, aveva preso parte ad un vertice in prefettura per fare il punto sulle condizioni della Statale 18 minacciata dalla presenza di un masso e da uno smottamento. Vertice al quale erano presenti numerose figure istituzionali che adesso sono tutte in quarantena: il prefetto Francesco Zito, il sindaco di Vibo Maria Limardo, il tenente dei carabinieri Luca Domizi, il segretario generale del Comune, Domenico Libero Scuglia, e ancora esponenti dell'Anas e della polizia stradale, nonché personale della Prefettura e diversi giornalisti che tuttavia, contrariamente agli altri presenti, sono rimasti in sala circa un quarto d'ora. "Periodicamente - ha riferito Solano - mi sottopongo a tamponi rapidi per via della mia attività istituzionale, mi sono sottoposto martedì scorso ed era stato negativo; soffro di allergia ma ieri sera mi sono sottoposto ad un ulteriore test che purtroppo ha dato in serata esito positivo e mai avrei pensato una cosa del genere. Fortunatamente non ho particolari sintomi".


REGGIO CALABRIA

Doppio colpo contro le cosche della 'ndrangheta in Calabria

16 FEB - Nel reggino una vasta operazione dei Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria per l'esecuzione di provvedimenti di custodia cautelare nei confronti di numerose persone accusate, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, estorsione aggravata, trasferimento fraudolento di beni.
La Polizia di Stato sta invece eseguendo un'operazione per l'esecuzione di 17 misure cautelari a carico di altrettante persone appartenenti o vicini alla cosca di 'ndrangheta dei Forastefano, le cui attività criminali sono concentrate nella Sibaritide. I reati contestati alle persone coinvolte nell'operazione sono, a vario titolo, associazione per delinquere di stampo mafioso, riciclaggio di denaro, estorsione e intestazione fittizia di beni. Eseguiti alcuni sequestri di società e imprese.
A Reggio Calabria sono 28, di cui 25 in carcere e tre ai domiciliari, le persone arrestate nell'operazione "Metameria" coordinata della Dda. Associazione di tipo mafioso, estorsioni, concorso esterno in associazione mafiosa, trasferimento fraudolento di beni e valori aggravato dall'agevolazione mafiosa sono i reati contestati dai pm Stefano Musolino, Walter Ignazitto e Giovanni Calamita ai boss e ai gregari delle principali cosche del mandamento centro.
L'inchiesta ha avuto origine dalle indagini avviate all'indomani della scarcerazione di Filippo Barreca, boss della cosca operante nel quartiere di Pellaro e Bocale. Barreca, finito ai domiciliari, è tornato sul proprio territorio e ha ripreso il ruolo di vertice assumendo la responsabilità del gruppo per la finalizzazione delle attività illecite, curando anche i rapporti con gli imprenditori collusi, ordinando atti intimidatori e ritorsioni in danno di commercianti ed imprenditori inadempienti alle richieste estorsive. Inoltre, si è occupato del mantenimento degli appartenenti alla cosca detenuti, ha impartito ordini e dato indicazioni riuscendo anche ad eludere le prescrizioni di detenzione domiciliare, pianificando l'esecuzione, le esazioni e la distribuzione dei proventi estorsivi. Dda e carabinieri sono riusciti a censire i rapporti di cointeressenza criminale della 'ndrangheta di Pellaro con i vertici delle maggiori articolazioni della 'ndrangheta reggina quali i Labate, gli "arcoti" Condello e De Stefano, le famiglie di 'ndrangheta di Santa Caterina e dei Ficara-Latella di Croce Valanidi. Oltre a Barreca e agli esponenti del suo clan, infatti, tra gli arrestati c'è Demetrio Condello, ritenuto reggente della cosca di Archi, e Giandomenico Condello. Nell'inchiesta è indagato anche il boss Carmine De Stefano, figlio del defunto "mammasantissima" don Paolino De Stefano.
Nel cosentino, le indagini nei confronti della cosca di 'ndrangheta Forastefano, che hanno portato all'arresto di 17 persone nella Sibaritide, sono durate tre anni e sono state condotte dalla squadra mobile di Cosenza, guidata dal vicequestore Fabio Catalano e dal Servizio centrale operativo della polizia, e dirette dal procuratore Nicola Gratteri, dall'aggiunto Vincenzo Capomolla e dal pm antimafia Alessandro Riello. Le persone finite in carcere sono 10, mentre altre 7 sono state poste ai domiciliari. Tra le persone coinvolte nell'inchiesta anche un commercialista ed un noto avvocato della zona. Sono stati ricostruiti, attraverso dichiarazioni e intercettazioni, diversi episodi estorsivi e intimidatori. In particolare, le vessazioni subite dal titolare di una azienda di trasporti che è stato spogliato dei mezzi e sostituito nei rapporti che aveva con un'altra azienda a beneficio di una impresa controllata dalla cosca.


CASTROVILLARI (CS)

Sequestrati prodotti caseari nel corso di un controllo

13 FEB - Trecentocinquanta chili di prodotti caseari sono stati sequestrati dai carabinieri forestali di Castrovillari e Montalo Uffugo, nel corso di un controllo a largo raggio. Il primo sequestro è stato effettuato in un caseificio di San Lorenzo del Vallo. Qui i militari hanno trovato in una cella refrigeratrice, non attiva da tempo, 34 forme di formaggio prive di tracciabilità, con presenza di muffa e in evidente stato di cattiva conservazione pertanto non idonei al consumo umano. Inoltre, in una seconda cella sono state sottoposte a verifica 228 forme di formaggio canestrato, tutte mancanti di relativa etichetta attestanti il lotto e la data di produzione e, in particolare, non registrati sulla scheda produzione giornaliera. Il secondo sequestro è stato effettuato a Castrovillari. In un caseificio i carabinieri hanno accertato il mancato rispetto della tracciabilità per 32 forme di cacio cavallo fresco con conseguente sequestro amministrativo della merce e una sanzione pecuniaria di 1.500 euro. Inoltre, l'impresa è stata diffidata a regolarizzare i prodotti in fase di produzione con l'apposizione di etichette attestanti il lotto e la relativa provenienza.


LONGOBARDI (CS)

Due persone positive al Covid della Variante Inglese

11 FEB -Sono state individuate, dalla task force dell'Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, e risultano positive al Covid-19 ed in particolare alla cosiddetta 'variante inglese' all'interno di un Cas, Centro di accoglienza straordinaria, del comune di Longobardi. Secondo quanto si apprende il contagio sarebbe partito da un giovane migrante che ha lasciato il paese sulla costa tirrenica cosentina per la Germania e che una volta arrivato a destinazione è risultato positivo alla variante inglese del Sars-Cov-2 che si trasmette il 70% più velocemente rispetto a quelle conosciute. Immediatamente è stata allertata la task force dell'Asp di Cosenza come autorità di controllo della zona di provenienza del giovane migrante. I sanitari hanno subito provveduto ad eseguire i tamponi rinofaringei accertando che i due compagni di stanza del ragazzo sono positivi alla variante inglese. I due, e tutti gli ospiti della struttura, sono stati posti in isolamento e monitorati grazie alla collaborazione del gestore responsabile della struttura. L'intervento tempestivo ha consentito di circoscrivere il virus ed evitato la diffusione della pericolosa variante.


COSENZA

La Prefettura di Reggio Calabria ha inviato la commissione d'accesso al Comune di Rosarno

09 FEB - La decisione è arrivata a poche settimane dall'arresto del sindaco Giuseppe Idà e del consigliere comunale Domenico Scriva nell'ambito dell'inchiesta "Faust" coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia. L'operazione è contro la cosca Pisano che avrebbe sostenuto alle comunali del 2016 il sindaco e il consigliere accusati di scambio di voto politico-mafioso. "A seguito della recente esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare - si legge in una nota della Prefettura - è stata ravvisata l'esigenza, condivisa in sede di riunione tecnica di coordinamento delle forze di polizia, di svolgere accertamenti e verifiche presso il Comune di Rosarno". La commissione d'accesso si è già insediata oggi al Comune si Rosarno ed entro tre mesi dovrà presentare una relazione al prefetto.


CATANZARO

Arrestati dalla squadra mobile di Catanzaro per il possesso di mezzo chilo di eroina dopo inseguimento

05 FEB - Due uomini sono stati arrestati dalla squadra mobile di Catanzaro per il possesso di mezzo chilo di eroina al termine di un inseguimento lungo la statale 280 durante il quale i due hanno anche percorso la strada contromano. Si tratta di P.N., di 59 anni, di Crotone, e R.G. (45), di Catanzaro, già noti alle forze dell'ordine. I poliziotti, a bordo di due auto civetta, nel pomeriggio di ieri, nei pressi della galleria di Sarrottino, hanno notato una Fiat Panda che, ad alta velocità, si dirigeva verso Catanzaro. Insospettiti hanno intimato l'alt ma il conducente non solo non si è fermato ma accelerava ulteriormente. Nel corso dell'inseguimento, i due hanno tentato di speronare le auto della polizia.


CATANZARO

I medici di base calabresi hanno dato la loro disponibilità a partecipare alla campagna di vaccinazione anti-Covid

05 FEB - Il presidente Spirlì ha dichiarato che: "I medici di base calabresi hanno dato la loro disponibilità a partecipare alla campagna di vaccinazione anti-Covid, con la possibilità di somministrare le dosi a circa 130mila ultra ottuagenari. Adesso c'è solo da organizzare la distribuzione dei vaccini in modo tale che possano arrivare negli ambulatori pronti per essere utilizzati".


CATANZARO

Sospensione dei termini di versamento della tassa regionale 2021 per ristoranti, bar, attività ricettive alberghiere ed extra alberghiere e agenzie di viaggio

01 FEB - La Giunta regionale della Calabria, su proposta del presidente, Nino Spirlì, ha approvato una delibera con cui sospende i termini di versamento della tassa regionale 2021 per ristoranti, bar, attività ricettive alberghiere ed extra alberghiere e agenzie di viaggio. Lo riferisce un comunicato dell'ufficio stampa dell'esecutivo...

Per i dettagli vai al seguente link:
COVID, REGIONE SOSPENDE TASSA 2021 PER RISTORANTI E IMPRESE TURISTICHE


CATANZARO

RECOVERY FUND: LINEE TAURENSI, REGIONE PRESENTA IL PROGETTO DI AMMODERNAMENTO - L'assessore Catalfamo: «Contiamo sul finanziamento dell'opera»

31 GEN - I dipartimenti di Urbanistica e Lavori pubblici della Regione Calabria, in collaborazione con Ferrovie della Calabria, hanno elaborato una scheda di progetto di ammodernamento delle vecchie linee Taurensi.
La scheda fa parte dell'articolato piano da finanziare attraverso il Recovery fund trasmesso dalla Regione alla Cabina di regia istituita dal Governo centrale per l'esame delle proposte.
«L’investimento – spiega una nota dei dipartimenti interessati – interessa l’area di Gioia Tauro, in particolare l’area del Parco archeologico dei Tauriani che ricomprende anche Gioia e Palmi, ambito territoriale in cui la valenza trasportistica dell'opera viene amplificata da quella turistico culturale».
«Il progetto – si legge ancora – si propone di valorizzare quest’area, ricca di zone naturalistiche, anche attraverso una maggiore fruizione di servizi al viaggiatore “smart”. Si prevede inoltre un incremento del livello di servizio del trasporto pubblico locale rivolto ai viaggiatori pendolari e agli studenti, con la realizzazione di una metropolitana leggera sull'attuale linea sospesa che va da Gioia a Palmi, consentendo tra l’altro un’immediata accessibilità all’ospedale di Palmi».


CATANZARO

VACCINI, LA REGIONE FIRMA INTESA CON IL ROTARY

25 GEN - Un accordo per potenziare la somministrazione dei vaccini anti-Covid in Calabria. È quanto prevede il protocollo d’intesa siglato questa mattina tra la Regione Calabria e il Rotary International-distretto 2100. L’intesa, firmata dal ...

Per i dettagli vai al seguente link:
REGIONE FIRMA INTESA CON IL ROTARY


CATANZARO

RECOVERY PLAN, SPIRLÌ PER EQUA DISTRIBUZIONE FONDI

25 GEN - Il presidente Spirlì: "Con gli altri presidenti delle Regioni del Sud abbiamo deciso di costituirci in un gruppo per avanzare proposte e richieste in materia di Recovery plan. C’è la necessità di suddividere in modo equo le quote relative agli ..."

Per i dettagli vai al seguente link:
DA PRESIDENTI DEL SUD PROPOSTE PER UN'EQUA DISTRIBUZIONE DEI FONDI


CATANZARO

33 MILIONI PER STRADE COMUNALI E PROVINCIALI

25 GEN - L’assessore alle Infrastrutture della Giunta regionale, Domenica Catalfamo, annuncia la pubblicazione del primo avviso della Regione Calabria mirato alla messa in sicurezza di strade comunali e provinciali. "Le risorse finanziarie disponibili sono ..."

Per i dettagli vai al seguente link:
INFRASTRUTTURE CALABRIA


VIBO VALENTIA

Guardia di Finanza di Vibo Valentia ha eseguito un decreto di sequestro preventivo di beni nei confronti di un'impresa

22 GEN - La Guardia di Finanza di Vibo Valentia ha eseguito un decreto di sequestro preventivo di beni per un valore di 85.255 euro, emesso dal Gip del Tribunale, nei confronti del rappresentante legale di un'impresa di costruzioni e di amministratori e funzionari pubblici indagati per il reato di truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Sette le persone denunciate tra i quali il rappresentante legale dell'impresa Tommaso De Nisi; il sindaco di Zungri, Francesco Galati; l'assessore Nicola Pugliese e il responsabile dell'Ufficio tecnico comunale, Pietro Ferraro, in carica all'epoca dei fatti.
Le indagini, dirette dal Procuratore Camillo Falvo,hanno riguardato l'appalto per l'esecuzione di lavori di recupero, valorizzazione e messa in sicurezza del sito archeologico denominato degli 'Sbariati', meglio noto come "Grotte" di Zungri, finanziato dalla Regione Calabria e gestito dal Comune.
Le indagini hanno consentito di accertare condotte penalmente rilevanti poste in essere da diversi soggetti che, a vario titolo, erano intervenuti nella gestione ed esecuzione del contratto, dimostrando la volontà di utilizzare mezzi, materiali e tecniche diversi da quelli previsti e non adeguati. E' stata anche dimostrata la consapevolezza e l'intenzione, da parte dei principali soggetti con funzioni pubbliche, di utilizzare artifizi e raggiri ai fini del conseguimento di un ingiusto profitto in danno della Regione Calabria, inducendo in errore i soggetti preposti ai controlli. In particolare è stato rilevato l'utilizzo di certificazioni e schede tecniche relative a materiali mai impiegati o impiegati solo in parte nell'esecuzione dei lavori.
Il contratto oggetto dell'indagine era stato stipulato il 30 giugno 2015 tra il Comune di Zungri e la società "De Nisi Tommaso" di Filadelfia e prevedeva una spesa per lavori, al netto del ribasso d'asta, di 347.592 euro che, alla luce dei riscontri effettuati, non è stata in realtà interamente sostenuta, essendo state accertate, secondo quanto emerso dalle indagini, differenze sui materiali forniti per 85.255 euro (24,52% dell'importo totale). (FONTE: ANSA)


REGGIO CALABRIA

Motivazioni della sentenza del processo"'Ndrangheta stragista" daparte della Corte d'Assise di Reggio Calabria

22 GEN - "Non può affatto escludersi, anzi appare piuttosto assai probabile, che dietro tali avvenimenti vi fossero dei mandanti politici che attraverso la 'strategia della tensione' volevano evitare l'avvento al potere delle sinistre, temuto anche dalle organizzazioni criminali, che erano riuscite con i precedenti referenti politici a godere di benefici e agevolazioni. Si può, quindi, affermare che in tale circostanza si era venuta a creare una sorta di convergenza di interessi tra vari settori che hanno sostenuto ideologicamente la strategia stragista di Cosa Nostra".
È quanto si afferma nelle motivazioni della sentenza del processo"'Ndrangheta stragista" con la quale la Corte d'Assise di Reggio Calabria, su richiesta del procuratore Giovanni Bombardieri e dell'aggiunto Giuseppe Lombardo, sono stati condannati all'ergastolo lo scorso 24 luglio il boss siciliano Giuseppe Graviano e Rocco Santo Filippone, considerato dalla Dda il referente della cosca Piromalli.
Graviano e Filippone sono ritenuti i mandanti degli attentati ai carabinieri Antonio Fava e Vincenzo Garofalo uccisi il 18 gennaio 1994 sulla Salerno-Reggio Calabria, nei pressi dello svincolo di Scilla. "Le conclusioni cui è pervenuta questa Corte in ordine alla responsabilità degli imputati - è scritto nella sentenza - costituiscono soltanto un primo approdo, dal momento che la complessa istruttoria dibattimentale, ivi comprese le dichiarazioni di Giuseppe Graviano, lascia intravedere il coinvolgimento di ulteriori soggetti che hanno concorso nella ideazione e deliberazione degli eventi in esame. Ciò che si ricava è che dietro tutto ciò non vi sono state soltanto le organizzazioni criminali, ma anche tutta una serie di soggetti provenienti da differenti contesti (politici, massonici, servizi segreti), che hanno agito al fine di destabilizzare lo Stato per ottenere anch'essi vantaggi di vario genere, approfittando anche di un momento di crisi dei partiti tradizionali".
Per questo motivo, "con riferimento alla identificazione di tali soggetti", la Corte d'Assise di Reggio Calabria ha trasmesso alcuni atti del processo alla Procura della Repubblica perché continui a indagare. (FONTE: ANSA).


CATANZARO

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE - PUBBLICATO IL BANDO PER LA SELEZIONE DEI VOLONTARI

20 GEN - É stato pubblicato il Bando per la selezione dei Volontari insieme all'integrazione del 21 dicembre 2020 per ulteriori 8.902 operatori volontari. I posti di operatore volontario, pertanto, sono in totale 55.793 da impiegare in 3.553 progetti di servizio civile universale in Italia e all’Estero e nei territori delle regioni interessate dal PON-IOG “Garanzia Giovani” (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Piemonte, Puglia, Sardegna e Sicilia) relativi a 601 programmi. Prorogata inoltre la scadenza alle ore 14:00 del 15 febbraio 2020.

Per i dettagli vai al seguente link:
POLITICHE GIOVANILI REGIONE CALABRIA


CATANZARO

WELFARE, AL VIA DUE PROGETTI PER AUDIOLESI E NON VEDENTI

16 GEN - Sostenere il percorso di integrazione sociale e lavorativa di non vedenti e audiolesi. Questo il senso dei progetti elaborati dall’assessorato regionale al Welfare che presto potranno essere tradotti in realtà, grazie alle risorse finanziarie ...

Continua a leggere l'articolo al seguente link:
POLITICHE SOCIALI REGIONE CALABRIA:


CATANZARO

STATALE 106, LA GIUNTA RICORRE ALLA DEROGA AL DIBATTITO PUBBLICO

16 GEN - L'assessore alle Infrastrutture e Lavori pubblici, Domenica Catalfamo, comunica che la Calabria sarà tra le prime d’Italia a ricorrere alla deroga al dibattito pubblico per la realizzazione delle opere di interesse e di rilevanza ...

Continua a leggere l'articolo al seguente link:
LAVORI PUBBLICI REGIONE CALABRIA:


CALABRIA

La7 e Giletti rievocano il mistero della morte di Consolato Campolo

16 NOV - Chi era Consolato Campolo? Era uno dei professionisti chiamati dall'ex commissario Massimo Scura (che ha scritto un libro di denuncia sulla Sanità Calabrese) a formare una task force che stava cercando di mettere in ordine i conti della sanità calabrese e che muore prima di finire il suo compito. Ufficialmente sembra sia morto di infarto ma questa versione presenta molte stranezze. Gaetano Pecoraro, de Le Iene, ha indagato su questa morte. Ieri sera nella trasmissione "Non è l'Arena" condotta da Massimo Giletti è stata riproposta la storia.
Consolato Campolo è morto lo scorso anno in Calabria per cause non del tutto chiare, mentre cercava di chiarire sprechi di denaro che si erano verificati nell'ASP di Reggio Calabria, resi possibili perché in alcuni casi non esisteva un bilancio. I soldi che arrivavano dallo Stato venivano spesi senza sapere come: un modo perfetto per farli finire nelle mani sbagliate, o ancora cosa più grave è che in quegli ospedali mancava e manca proprio la contabilità, cioè non vengono trascritte le spese e i pagamenti.
Se una fattura viene pagata ma non entra in contabilità, il creditore può richiedere che venga pagata di nuovo e l’ospedale, non potendo dimostrare il pagamento precedente, paga ancora. Secondo voci di corridoio: “C’erano fatture pagate tre-quattro volte”. Altri pagamenti invece sarebbero stati ritardati, così il creditore accumulava gli interessi commerciali: “E’ come mettere i soldi in una banca che dà il 9% di interessi l’anno”. Consolato Campolo sembra stesse riuscendo a risolvere questa situazione contabile, poco limpida, che conveniva a tutti tranne che alle casse dello stato. Era il capo di una task force amministrativa costruita per affrontare il problema. Nove mesi dopo il suo insediamento muore, però, dopo una cena con un personaggio misterioso, stroncato da un infarto.
Vincenzo Ferrari, un dirigente della Regione Calabria che si occupa di controllo gestione ci parla dell’operato di Campolo: “Stava mettendo ordine, presto si sarebbe potuti partire da numeri certi e arrivare gradualmente a una soluzione. A me raccontava di qualcuno che gli diceva di non essere così efficace e anche di qualcuno che l’ha minacciato direttamente”.
Nessuna autopsia è stata disposta sul corpo di Consolato Campolo. La sua ex compagna ha raccontato cosa era successo la notte della sua morte: “Consolato è tornato a casa dopo essere stato a cena. Ha detto subito che si sentiva male, aveva dolori fortissimi alle mascelle e alla testa”.
Si recano d'urgenza al pronto soccorso dove i medici dicono che è tutto nella regola. Però Campolo continua a stare male, al pronto soccorso “vomita nero”, racconta ancora la compagna. Mentre aspettavano i risultati di altre analisi, Consolato piega la testa indietro e muore. I medici parlano di arresto cardiaco.Il figlio di Campolo chiede se fosse stato fatto un esame tossicologico, ma la dottoressa che l’ha seguito quella notte dice che “non c’era nessun motivo di farlo”.
La Iena ha intervistato una tossicologa che ci spiega alcune cose sui veleni: “Di fronte a una morte così è indispensabile capire cos’è successo. Avvelenare una persona senza che se ne accorga è molto semplice, soprattutto se sono a cena”. Oggi dopo sei mesi l’unico modo per avere tracce dell’ipotetico veleno è esaminare i capelli o i peli inguinali, ma “se l’esame fosse stato fatto subito gli organi interni ci avrebbero detto molto di più”.
L'autopsia viene fatta un anno dopo, ma dell'esito, come sottolinea la Iena, ancora non se ne sa nulla!



Dall'Italia e dal Mondo: le news e gli avvenimenti principali delle ultime settimane

Noor Riyadh, un magnifico festival di luci e arte

festival luci a Riyadh Noor Riyadh, un magnifico festival di luci e arte inizierà giovedì per la prima volta con installazioni spettacolari che illumineranno il cielo notturno della capitale dell'Arabia Saudita per 17 giorni fino al 3 aprile 2021.

Le magnifiche installazioni saranno visibili a tutti negli spazi pubblici di tutta la città.
Saranno esposte significative opere di arte leggera sotto il tema di "Under One Sky", di oltre 60 celebri artisti globali provenienti da ogni parte dell'Argentina, Cina, Francia, Germania, Italia, Giappone, Paesi Bassi, Spagna, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti e inclusi 23 importanti artisti sauditi.

terapia genica Il festival Noor Riyadh presenta 33 installazioni in tutta la città che comprendono tutte le forme di arte leggera, comprese sculture, proiezioni, spettacoli interattivi, pezzi cinetici e immersivi collocati in numerose località della città per eccitare e intrattenere residenti e visitatori.



La Calabria è un susseguirsi di bianche spiagge incantevoli, molte delle quali presentano distese di sabbia finissima e dorata, che si alternano a tratti di scogliera bagnate da placide e calde acque cristalline.

Da nord a sud, da est ad ovest, dal Tirreno allo Ionio, si distinguono per bellezza Caminia, Capo Rizzuto, Capo Vaticano, Diamante, Roccella Jonica, San Nicola Arcella, Soverato, Tropea solo per citare le più famose.



La Calabria non è soltanto mare e spiagge, è anche montagna e colline: a nord si distingue il Massiccio del Pollino, e più giù l'Altopiano della Sila, mentre a sud si trova l'impervio Aspromonte. Sulle montagne della Calabria sorgono degli importanti centri turistici con impianti moderni e all'avanguardia per la pratica degli sport invernali, ma anche per il turismo estivo. Tra i centri turistici vanno ricordati Camigliatello Silano , Lorica, Villaggio Palumbo in Sila e Gambarie in Aspromonte.

La Calabria vanta un ricco patrimonio idrotermale: "Le Terme Sibaritide" con acque sulfuree molto curative che si trovano a Cassano Allo Ionio; le "Terme di Spezzano" che sono collocate in un parco termale nelle colline della piana di Sibari; le "Terme Luigiane" conosciute come il più antico centro termale calabrese nei pressi del comune di Acquappesa; le "Terme di Caronte" che sorgono a Lamezia Terme; le "Terme di Galatro" che sono situate nell'omonimo comue sulle rive del fiume Metramo in provincia di Reggio Calabria ed infine le "Terme di Antonimina" immerse tra vigneti e piante di gelsomini nel Comune di Antonimina in provincia di Reggio Calabria.

Calabria & Turismo News

Cronaca Calabrese

ClickBank University 2.0

ClickBank University

Cosa aspetti a far decollare il tuo business. Esiste un portale in cui degli esperti ti mostrano come sviluppare il tuo business e guadagnare o promuovendo la tuà attività oppure affiliandoti a ClickBank. La guida ufficiale al copywriting di ClickBank: "77 Suggerimenti per accelerare il successo del tuo copywriting di ClickBank".

Senza i "segreti degli addetti ai lavori" che affronti, resterai a grattarti la testa sul motivo per cui i tuoi concorrenti stanno facendo centinaia di vendite al giorno mentre devi ancora realizzarne uno solo.

The Official ClickBank Copywriting Guide: "77 Surefire Tips to Accelerate Your ClickBank Copywriting Success" !!!
Without the ‘insider secrets’ you face being left scratching your head at why your competitors are pulling in hundreds of sales a day while you have yet to make a single one.

E, naturalmente, imparerai come i giganti di ClickBank stanno guadagnando diversi milioni di dollari ogni anno con i loro eBook super convenienti.

And of course, you’ll learn how the ClickBank giants are pulling in several million dollars each year with their super-affordable eBooks.

The secret is in what lies below…


Il segreto sta in ciò che sta sotto ...


Scopri come guadagnare con il programma di affiliazione e vendita di ClickBank: Clicca su questo link!


I Mercati Bagnati di Wuhan...

Anche se la città cinese di Wuhan emerge dal suo blocco di 76 giorni, l'Huanan Seafood Wholesale Market, dove a dicembre è stato rilevato il primo gruppo di COVID-19 , rimane chiuso e pesantemente sorvegliato. Gli altri cosiddetti "mercati bagnati" di Wuhan, tuttavia, sono tornati in attività quando i residenti si adeguano a una nuova normalità. ABC News ha visitato uno dei più grandi mercati della città, il Baishazhou Agricultural Products Market, che è rimasto aperto durante lo scoppio per fornire prodotti freschi ai residenti di Wuhan messi in quarantena all'interno delle loro case. Secondo il China Daily, un quotidiano inglese di proprietà statale, 2.300 tonnellate di prodotti freschi e carne venivano acquistati quotidianamente al mercato Baishazhou al culmine del blocco di Wuhan a metà febbraio. Gli acquisti sono stati consegnati alle comunità residenziali locali e poi distribuiti nelle case da volontari.

Musica & Pubblicità:

I won't hold you back of Toto



L'iniezione di farmaci genitali è una pratica che si sta diffondendo in U.S.A.

U.S.A. Genital drug injection is the practice of injecting drugs into the penis. Some erectile dysfunction drugs, such as prostaglandin or papaverine (Caverject, Trimix), are administered this way. You inject them deep beneath the skin at the base of the penis (intracavernosal injection) and avoid surface blood vessels.
Though an uncommon practice, there have been reports of individuals who’ve injected cocaine, methamphetamine, and heroin into their genitals, often through the urethra or dorsal vein.

L'iniezione di farmaci genitali è la pratica di iniettare farmaci nel pene. Alcuni farmaci per la disfunzione erettile, come la prostaglandina o la papaverina (Caverject, Trimix), vengono somministrati in questo modo. Li inietti in profondità sotto la pelle alla base del pene (iniezione intracavernosa) ed eviti i vasi sanguigni superficiali.
Sebbene sia una pratica rara, ci sono state segnalazioni di individui che hanno iniettato cocaina, metanfetamina ed eroina nei loro genitali, spesso attraverso l'uretra o la vena dorsale... Scopri di più e leggi l'articolo in lingua originale

Verso Picco di Petrolio per il 2030...

Opec. Per giustificare le sue affermazioni, l'OPEC tiene conto in particolare della crescita che farà fatica a riprendersi dopo questa crisi con solo lo 0,7% all'anno entro il 2025 per i Paesi OCSE contro il 2,1% prima della pandemia e solo il 3,4% all'anno per gli altri Paesi, anch'esso inferiore alle precedenti previsioni. Si prevede che la Cina e l'India genereranno insieme quasi il 40% del PIL mondiale nel 2045 e l'OCSE solo il 31% rispetto all'attuale 43%.

Il numero di persone sulla Terra raggiungerà 9,5 miliardi e il numero di veicoli in circolazione toccherà i 2,6 miliardi con un consumo giornaliero di energia primaria di 361,3 milioni di barili di petrolio. Ma solo un quarto di questa energia verrà dall'oro nero, il resto dal gas e dal carbone.

La domanda di petrolio dei paesi OCSE dovrebbe diminuire di 13 milioni di barili al giorno prima del 2045, in particolare in Europa. La domanda non Ocse continuerebbe a crescere di 22,2 milioni di barili al giorno nello stesso periodo, di cui oltre la metà proveniente dall'India, seguita dalla Cina e il resto dall'Asia. Per quanto riguarda i settori che consumeranno più petrolio, troveremo il petrolchimico, l'aviazione e il trasporto su strada.

Omaggi a Samuel Paty sulla promenade des Anglais a Nizza

Nizza 22 Ottobre 2020
"Il professore identificato dal killer con l'aiuto di due minori".
Gli adolescenti avrebbero ricevuto 300 euro per indicarlo all'assassino. Tra le sette persone citate in giudizio ci sono anche il genitore di uno studente e l'attivista islamista radicale Abdelhakim Sefrioui
Secondo il pubblico ministero, Abdoullakh Anzorov, il presunto assassino, ha informato i due studenti di voler "umiliare e picchiare" Samuel Paty e "costringerlo a chiedere perdono" per aver mostrato le caricature del profeta Maometto. "Perseguire due minorenni per un caso di terrorismo non è una cosa inedita ma fa riflettere", ha aggiunto il magistrato.
L'indagine sull'omicidio di Samuel Paty è stata affidata a un magistrato che indaga per "complicità in omicidio terroristico" e "associazione a delinquere terroristica", e prende di mira in particolare il genitore di uno studente e l'attivista islamista radicale Abdelhakim Sefrioui. Lo ha detto mercoledì in conferenza stampa il procuratore anti-terrorismo Jean-François Ricard.
Abdoullakh Anzorov, l'assassino di Samuel Paty , era in contatto con un jihadista in Siria, Franceinfo ha appreso giovedì (22 ottobre) da fonti concordanti, confermando le informazioni di Le Parisien.
Secondo le informazioni di franceinfo, il 18enne russo ceceno è entrato in contatto con questo jihadista di Idlib tramite il social network Instagram a metà settembre. Gli inquirenti cercano di ripercorrere le tappe della radicalizzazione dell'aggressore e della possibile complicità diretta nel suo progetto terroristico.
Secondo uno dei suoi amici, incriminato in questo caso per complicità in un assassinio terroristico, Abdoullakh Anzorov si era radicalizzato "da diversi mesi" . Oltre a questo amico, sono state incriminate altre sei persone tra cui due studenti universitari. Mercoledì, la Procura nazionale antiterrorismo ha aperto un'indagine giudiziaria per "complicità in omicidi terroristici" e "associazione a delinquere terroristica", ha annunciato ilprocuratore Jean-François Ricard.
Chi è l'aggressore?
Nato a Mosca, arrivato in Francia all'età di sei anni, Abdoullakh Anzorov aveva ottenuto a marzo un permesso di soggiorno, valido fino a marzo 2030. Aveva lo status di rifugiato e viveva a Évreux, nella regione dell'Eure. I suoi vicini descrivono un giovane "discreto" , "immerso nella religione" da tre anni.

Evoluzione del Corona Virus...

Roma. Dai dati presi dal sito del "Ministero della Salute" alle ore 17 del 20 Aprile 2021, i casi del Coronavirus accertati risultano:

3.891.063 (+12.074) il totale delle persone che hanno contratto il virus di cui:
482.715 (-10.774) le persone positive;
117.633 (+390) i deceduti;
3.290.715 (+22.453) i dimessi/guariti.

Totale casi (attuali) [incremento] per Regioni:
Lombardia: 784.229 (58.319) (+1.670)
Veneto: 402.877 (25.455) (+930)
Campania: 373.499 (91.787) (+1.750)
Emilia-Romagna: 359.941 (60.963) (+740)
Piemonte: 335.463 (20.764) (+988)
Lazio: 312.354 (49.176) (+926)
Puglia: 221.995 (49.799) (+1.180)
Toscana: 217.993 (25.071) (+644)
Sicilia: 197.790 (24.899) (+1.148)
Friuli Venezia Giulia: 103.452 (8.958) (+277)
Liguria: 96.683 (6.483) (+292)
Marche: 94.848 (7.261) (+211)
P.A. Bolzano: 70.455 (413) (+56)
Abruzzo: 69.650 (9.505) (+170)
Calabria: 55.595 (14.034) (+450)
Umbria: 53.322 (3.304) (+102)
Sardegna: 52.013 (17.979) (+271)
P.A. Trento: 43.148 (1.253) (+85)
Basilicata: 22.400 (5.786) (+146)
Molise: 12.888 (585) (+3)
Valle d'Aosta: 10.468 (921) (+35)

Aggiornamenti Coronavirus in Calabria

Regione Calabria.
PCM/DPC dati forniti al 20 aprile 2021 alle ore 17:00 dal Ministero della Salute per la Regione Calabria* (in attesa di conferma) :
Report Giornaliero Coronavirus Regione Calabria

In Calabria risultano:
478 (ricoverati con sintomi)
47 (terapia intensiva)
13.509 (isolamento domiciliare)
14.034 (totale attualmente positivi)
450 (nuovi positivi)
40.606 (dimessi/guariti)
955 (deceduti)
0 (casi da sospetto diagnostico)
0 (casi da screening)
55.595 (casi totali)
684.109 (casi testati)
3.154 (nuovi soggetti testati)
732.807* (tamponi)
3.956 (nuovi tamponi)
.

Dettagli Evoluzione Covid-19 in Calabria

In Calabria con riferimento alle ore 17:00 del 20 aprile 2021, sono stati sottoposti a test 684.109 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 732.807 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test).
Le persone risultate positive al Coronavirus sono 55.595 (+450 rispetto a ieri), mentre 628.514 sono quelle negative secondo i dati diffusi dalla Regione Calabria .


Sono questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute. Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

Catanzaro: CASI ATTIVI 2.866 (55 in reparto all'Azienda ospedaliera di Catanzaro; 9 in reparto al presidio di Lamezia Terme; 22 in reparto all'Azienda ospedaliera universitaria Mater Domini; 17 in terapia intensiva; 2.763 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 5.337 (5.225 guariti, 112 deceduti).

Cosenza: CASI ATTIVI 7.409 (118 in reparto Azienda ospedaliera di Cosenza; 35 in reparto al presidio di Rossano;18 al presidio ospedaliero di Acri; 30 al presidio ospedaliero di Cetraro; 0 all'ospedale da Campo; 17 in terapia intensiva, 7.187 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 10.760 (10.330 guariti, 430 deceduti).

Reggio Calabria: CASI ATTIVI 2.219 (98 in reparto all'Azienda ospedaliera di Reggio Calabria; 33 in reparto al presidio ospedaliero di Gioia Tauro; 9 in terapia intensiva; 2.079 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 16.885 (16.615 guariti, 270 deceduti).

Crotone: CASI ATTIVI 1.072 (44 in reparto; 1.028 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 3.980 (3.913 guariti, 67 deceduti).

Vibo Valentia: CASI ATTIVI 399 (16 ricoverati, 383 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 4.290 (4.214 guariti, 76 deceduti).

Altra Regione o stato estero: CASI ATTIVI 69 (69 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 309 (309 guariti).
I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza 183, Catanzaro 51, Crotone 69, Vibo Valentia 6, Reggio Calabria 139. Altra Regione o stato estero 2.

*Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.


La pandemia globale di coronavirus (COVID-19) ha avuto un impatto drammatico su praticamente tutti gli aspetti della vita, dall'economia all'occupazione, alle relazioni, alla salute pubblica e alla salute personale.

Stress post-coronavirus: guida per una migliore salute mentale .

Vi consigliamo di visitare il sito https://www.arkbh.com/covid-19-resources/, in lingua inglese, per i particolari di questo articolo veramente interessante di cui vi proponiamo un breve riassunto:

"Negli Stati Uniti, più di 200.000 persone sono morte a causa del coronavirus. A partire da ottobre, centinaia di migliaia di americani hanno presentato richieste di disoccupazione ogni settimana. Per tutti noi, la pandemia è diventata un momento segnato da incertezza, paura e dolore.
Secondo un sondaggio condotto dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC), circa il 40% degli adulti statunitensi ha riferito di avere problemi di salute mentale o di uso di sostanze. Sebbene gran parte della popolazione generale abbia ammesso di sentirsi più ansiosa e depressa durante la pandemia, quelli con uso di sostanze e problemi di salute mentale devono affrontare sfide uniche.
Ciò che è importante sapere durante questo periodo è che ognuno reagisce alle situazioni di stress in modo diverso. Non esiste un modo sbagliato di sentire o reagire ai cambiamenti che potresti vedere intorno a te o nelle persone che ami..." Leggi il seguito

Una discussione sulla tutela della salute mentale durante la pandemia COVID-19.

Coronavirus: guida per una migliore salute mentale Vi consigliamo di visitare il sito www.rehab4addiction.co.uk, in lingua inglese, per i particolari di questo articolo veramente interessante di cui vi proponiamo un breve riassunto:

Durante la pandemia COVID-19, ci saranno molte informazioni sul virus e sui suoi effetti sulla salute mentale. Questo perché il coronavirus e le implicazioni sociali, finanziarie e psicologiche che comporta possono avere un serio impatto sul benessere mentale. La legislazione del governo, la copertura dei mass media e il crescente numero di morti a livello mondiale causeranno molto stress, soprattutto per la popolazione anziana, i bambini e le persone con una storia di problemi di salute mentale. È della massima importanza cercare di rimanere il più composti possibile durante questo periodo. La paura e l'ansia che attanagliano le nazioni sono contagiose, se non di più, della malattia stessa... Leggi il seguito

Robert F. Kennedy Junior contro la campagna vaccinale globale di Bill Gates

Robert F. Kennedy Junior, nipote del Presidente J.F. Kennedy e figlio del fratello Robert, sta conducendo una dura battaglia contro la campagna vaccinale globale di Bill Gates, battaglia che merita di avere spazio ed essere seguita con attenzione perché solo la massima libertà di critica e di informazione ci può tutelare dal rischio che la salute della popolazione mondiale possa essere subordinata a interessi poco trasparenti. Di seguito la denuncia di Robert F. Kennedy Junior su Children’s Health Defense.

I vaccini, per Bill Gates, sono un business filantropico strategico che alimenta la sua innumerevole serie di altre attività legate ai vaccini (tra cui l’ambizione di dominare attraverso la Microsoft l’industria globale di identificativi vaccinali digitali), e che gli conferisce un potere dittatoriale sulla politica sanitaria globale.

L’ossessione di Gates per i vaccini sembra alimentata dalla sua convinzione di salvare il mondo tramite la tecnologia. Promettendo di eradicare la poliomielite, con la sua quota di 450 milioni su un capitale di 1,2 miliardi di dollari, Gates ha preso il controllo del National Technical Advisory Group of Imunizatione (NTAGI) Indiano e ha imposto un esteso piano di vaccini antipolio attraverso programmi di immunizzazione successivi per tutti i bambini sotto i 5 anni.

I medici indiani hanno incolpato la campagna di immunizzazione di Gates per la devastante epidemia di paralisi flaccida acuta non-polio (NPAFP) che ha reso paralitici 496.000 bambini tra il 2000 e il 2017, molto oltre quelli che sono i dati normalmente attesi. Nel 2017, il governo indiano ha annullato il regime vaccinale di Gates ed estromesso Gates e i suoi programmi vaccinali dall’India. I tassi di paralisi da poliomielite sono diminuiti immediatamente.

Nel 2017, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha ammesso con riluttanza che l’esplosione globale della poliomielite è prevalentemente causata dal ceppo vaccinale. Le epidemie più violente avvenute in Congo, nelle Filippine e in Afghanistan sono tutte legate ai vaccini. Nel 2018, il 70% dei casi globali di poliomielite sono stati causati dai vaccini.

Nel 2014, la Fondazione Gates ha finanziato dei test di laboratorio per vaccini sperimentali per l’HPV, sviluppati da GSK e Merck, su 23.000 ragazze in remote province rurali indiane. Circa 1.200 di loro hanno riportato gravi effetti collaterali, tra cui malattie autoimmuni e infertilità. Sette ragazze sono morte.

Dalle indagini del governo indiano è emerso che i ricercatori finanziati da Gates hanno commesso gravissime violazioni etiche: pressioni sulle vulnerabili ragazze dei villaggi perché aderissero alla sperimentazione, prepotenze verso i genitori, moduli per il consenso falsificati, e rifiuto di cure mediche alle ragazze danneggiate. Il caso è attualmente all’esame della Corte Suprema indiana.

Durante la campagna MenAfriVac di Gates del 2002 nell’Africa sub-sahariana, gli operatori di Gates hanno vaccinato forzatamente migliaia di bambini africani contro la meningite. Circa 50 dei 500 bambini vaccinati ha sviluppato paralisi. I media sudafricani hanno commentato: “le cause farmaceutiche ci considerano cavie da laboratorio”. L’ex dirigente economico di Nelson Mandela, il Professor Patrick Bond, ha definito le pratiche filantropiche di Gates “spietate ed immorali“.

Nel 2010, Gates ha messo a disposizione dell’OMS $ 10 miliardi affermando: “Dobbiamo fare in modo che questo sia il decennio dei vaccini.” Nel 2014, l’Associazione Medici Cattolici del Kenya ha accusato l’OMS di sterilizzare chimicamente contro la loro volontà milioni di donne keniote con una campagna vaccinale “antitetanica”. Laboratori indipendenti hanno rinvenuto agenti sterilizzanti in ciascuno dei vaccini testati. Accuse simili sono state mosse dalla Tanzania, dal Nicaragua, dal Messico e dalle Filippine.

Uno studio del 2017 (Morgensen et al. 2017) ha dimostrato che il famoso vaccino antidifterite-tetano-pertosse acellulare (DTP) dell’OMS continua ad uccidere più bambini africani di quanti non ne uccida la stessa malattia che intende prevenire. Le bambine vaccinate hanno un tasso di mortalità 5 volte superiore rispetto a quello dei bambini non vaccinati.

L’OMS ha rifiutato di ritirare il letale vaccino, che continua ad infliggere a milioni di bambini africani ogni anno. In tutto il mondo, esperti in salute pubblica accusano Gates di dirottare fondi dell’OMS dai progetti che hanno dimostrato di prevenire realmente le malattie infettive, quali acqua pulita, igiene, nutrizione e sviluppo economico. La Gates Foundation spende in queste aree solo circa 650 milioni dei suoi 5 miliardi di dollari di budget. Dicono che devia le risorse dell’agenzia al servizio della sua personale filosofia secondo la quale la salute si ottiene solo con una puntura.

Oltre a usare la sua filantropia per controllare OMS, UNICEF, Gavi e PATH, Gates finanzia compagnie farmaceutiche private che producono vaccini e ha fatto una donazione di 50 milioni di dollari a 12 società farmaceutiche per accelerare lo sviluppo di un vaccino per il coronavirus. Nelle sue recenti apparizioni sui media, Gates si dimostra fiducioso del fatto che la crisi Covid-19 gli darà l’opportunità di imporre i suoi programmi vaccinali obbligatori anche sui bambini americani. Leggi la versione originale...

Antica Scolacium - Roccelletta di Borgia
Acquedotto Romano - Spilinga
Porto di Gioia Tauro

L'Antica Scolacium...

Roccelletta di Borgia (CZ). L’area del parco archeologico di Scolacium, attualmente espropriata, faceva parte dei possedimenti delle famiglie dei baroni Mazza e, prima ancora, della famiglia Massara di Borgia, che avevano qui un’azienda per la produzione di olio. In questo luogo, fin dal 1800, emersero numerosi reperti antichi conservati dalle famiglie proprietarie del fondo. L’interesse archeologico verso quest’area portò, dalle prime indagini sistematiche a metà degli anni sessanta, condotte da Ermanno Arslan, all’esproprio statale del 1982 che trasformò l’intera area in parco archeologico.

Acquedotto romano...

Spilinga. L’acquedotto rurale di Spilinga partiva dalla Fiumara del Poro, nei pressi della Chiesetta di S. Michele, proprio dietro il ponticello che attraversava detta fiumara. Il primo tratto, lungo circa due chilometri, superficialmente interrato, giunto in località Colarizzi, si divideva in due rami. Il primo, dopo poche centinaia di metri di percorso interrato, darà alla zona una caratteristica fisionomia. Sul tratto di strada provinciale che da Spilinga porta al bivio di Zungri, a circa due chilometri dal centro abitato proprio nella località detta Salve Regina, furono eretti, infatti, maestosi gli archi che rappresentano il vanto dell’acquedotto rurale. ...Esso richiamano in stile e struttura, gli acquedotti costruiti dai Romani, della cui presenza nelle vicinanze rimangono, incontestabili testimoni, i reperti di Colarizzi. Questo primo tratto forniva di acqua irrigua i terreni di Spilinga centro e della frazione Carciadi. Il secondo tratto, proseguendo per circa quattro chilometri sul territorio di Spilinga, forniva di acqua irrigua i terreni della frazione Panaia, prima di addentrarsi nel comune di Ricadi. Anche questo tratto dell’acquedotto era caratteristico, dapprima, con un salto di circa trenta metri, spezzato a metà altezza dalla strada provinciale, dove la rumorosa e amena cascatella, prima di scomparire sotto la strada stessa, approviggionava di limpida acqua una vaschetta abbeveratoio per il bestiame, per cui la località era detta “Biveri”. Del lungo percorso in parte interrato, in parte a livello del terreno ed in parte sopraelevato, rimangono solo pochi tratti abbandonati, occultati dai rovi e scampati alla distruzione. (Come ad esempio la recente distruzione del tratto sopraelevato ad archi, in località “Monaci” tra Spilinga e Panaia che, anche se di ridotte dimensioni rispetto a quello della Salve Regina era simile quanto a stile).

Porto di Gioia Tauro...

Gioia Tauro (RC). Il porto di Gioia Tauro è un porto italiano situato tra i comuni di Gioia Tauro e San Ferdinando, in Calabria, il porto è vicino alla rotta oriente-occidente che si estende dallo Stretto di Gibilterra al Canale di Suez ed è principalmente un hub di trasbordo, collegando le reti globali e regionali che attraversano il Mediterraneo.
Le origini progettuali del porto di Gioia Tauro sono riportabili alla confusa situazione politico-programmatica determinatasi in Calabria all'inizio degli anni Settanta (fatti di Reggio) che prevedeva l'assegnazione della sede del capoluogo della costituenda regione a Catanzaro ... L'area costiera della Piana di Gioia Tauro, tradizionalmente coltivata ad agrumi e ad oliveti, venne designata come sito adatto ospitare il porto del progettato polo siderurgico di Reggio Calabria (che sarebbe divenuto il quinto centro siderurgico italiano ma che non fu mai realizzato, al pari di altri progetti inclusi nel cosiddetto pacchetto Colombo).
Il progetto era stato elaborato come "misura compensativa" rispetto alla mancata assegnazione della sede del capoluogo a Reggio. In quella circostanza, l'allora presidente del consiglio dei ministri Emilio Colombo inserì nel suo pacchetto l'insediamento del quinto centro siderurgico a Reggio, la Liquichimica di Saline e la SIR di Lamezia Terme.
La crisi della siderurgia fece naufragare il progetto del centro siderurgico, mentre la Liquichimica di Saline Joniche non entrò praticamente in funzione. L'area di Gioia Tauro venne in seguito designata come sede di una nuova centrale elettrica ENEL a carbone anch'essa mai realizzata. L'area portuale interessata dai lavori, incompleti, fu infine ridestinata a grande porto commerciale nel 1994, in seguito all'idea del fondatore del Gruppo Contship Italia, Angelo Ravano.
Lo sviluppo e la trasformazione in scalo globale di transhipment comportò l'istituzione di una Capitaneria di Porto, di una sede doganale, della Guardia di Finanza, di Vigili del Fuoco e di un posto di Polizia di Stato.




Rinascita di Zendikar...

Dal 25 settembre nel circuito analogico. Al centro del disordine c’è Omnath, Il Genesilocus, che accompagnato da Cobra del Loto e dal recentemente bandito Uyro, Titano dell’Ira della Natura di Theros: Oltre la Morte ha monopolizzato il metagioco con tornei costantemente dominati dall’ormai famigerato mazzo a quattro colori con Omnath.

Viaggia verso System 3, per il Prequel di uno dei giochi più amati di Ubisoft

Beyond Good and Evil 2 è il successore spirituale del classico cult, un prequel che trasporterà i giocatori nel profondo di un mondo multiculturale, capace di catturare lo spirito del capitolo originale caratterizzato da meravigliosi scenari ed una storia avvincente. Clicca per saperne di più...

Predator Hunting Grounds Pacchetto Dutch 2025

Con Predator: Hunting Grounds Pacchetto Dutch 2025 si torna in azione contro gli alieni. Disponibile questo pacchetto per l'acquisto da parte dei possessori della versione standard del gioco: si chiama Pacchetto Dutch 2025, come abbiamo accennato, e già dal nome dovreste intuire i suoi contenuti.

Non solo cronaca

Rocket Languages
Libreria Vanni
Museo di Volandia

Rocket Languages...

Rocket Languages.
Cosa ottieni con il metodo linguistico di Rocket Languages?

I corsi Rocket ti permettono di imparare tutte le lingue straniere che desideri conoscere dal livello principiante al livello esperto.

Converserai con persone che parlano queste lingue in pochissimo tempo.

Cosa aspetti a creare il tuo account "free" sul sito di Rocket Languages

Visita il sito di Rocket Languages

Padroneggia l' Americano
Impara l' Arabo
Parla come un Brasiliano
Alla scoperta del Cinese
Studia il Coreano
A scuola di Francese
Scopri il Giapponese
Impara e/o perfeziona l' Indi
Il tuo corso d' Inglese
Quello che non sai dell' Italiano
Dal livello principiante al livello esperto di Tedesco

Libreria Vanni...

New York. Riapre a New York la prima libreria italiana d'America, Vanni. Era stata fondata dal siciliano Sante Fortunato che alla fine dell'Ottocento l'aveva creata con l'idea di vendere dizionari ai tanti immigrati che arrivavano nel Nuovo Continente.

Da fine gennaio, grazie al sostegno del Centro Primo Levi, Vanni ha ripreso vita nella stessa palazzina di Greenwich Village, nel cuore di Manhattan.

Vanni nella sua libreria vendeva i classici italiani, e inoltre dizionari, manuali, calendari, cartoline, si occupava di corrispondenza privata e commerciale, e offriva servizi di scrivano per i tanti immigrati analfabeti che volevano scrivere a casa.

Non era cosa da poco nella New York di quegli anni là, così lontana dall’Italia e che già cominciava a diventare il centro del mondo. Se vogliamo, la libreria Vanni era un centro culturale italiano e al tempo stesso un centro di servizi per le centinaia di migliaia di immigrati che continuavano ad arrivare.

Il Museo di Volandia...

Milano. Dal recupero delle storiche Officine Aeronautiche Caproni fondate nel 1910 a Malpensa nasce Volandia. Un Parco e Museo dedicato al SOGNO DEL VOLO: oltre 60.000 mq. di pura archeologia industriale a dieci minuti a piedi dal Terminal 1 e dalla stazione del Malpensa Express.

Un tuffo nella storia dell’aeronautica e dello spazio per una gita indimenticabile che inizia già dal viaggio e dal passaggio in aeroporto.

Sono ben 11 le aree del museo: dai voli pioneristici in mongolfiera fino al Convertiplano, perfetta fusione tra volo orizzontale e verticale.

Tante emozionanti ambientazioni, sale video, un planetario didattico ed un padiglione interamente dedicato allo spazio. Ampie aree giochi anche al coperto e per i più grandi una sezione simulatori di volo. Tutto questo a soli 30 minuti da Milano!




Offerte di lavoro...

CENTRO PER L'IMPIEGO DI CORIGLIANO - 07/04/2021
AZIENDA OPERANTE NEL SETTORE: SERVIZI DI CENTRI PER IL BENESSERE FISICO
Profilo richiesto: N. 2 ESTETISTI e TRUCCATORI
... Sede: Cassano allo Jonio
Mansioni: Accoglienza clienti, Gestione appuntamenti, Igiene dei locali e delle attrezzature, Trattamenti di base, Trattamenti per viso e corpo. Necessaria precedente esperienza di almeno 6 mesi e qualifica professionale o diploma tecnico. Possibile assunzione in altra Regione con vitto e alloggio pagati. Tipo di Contratto: Tempo determinato dal 25/05/2021 al 20/09/2021 - Tempo pieno; Ccnl per i dipendenti delle aziende del terziario, distribuzione e servizi.
Come Candidarsi:
Per candidarsi sarà necessario inviare via email il proprio CV a: cpicorigliano@regione.calabria.it, avendo cura di specificare l'offerta di lavoro.
Modalità di Selezione L'azienda procederà in piena autonomia alla valutazione dei candidati.
Periodo della Promozione Fino al 30/04/2021.
PER INFORMAZIONI: CENTRO PER L'IMPIEGO DI CORIGLIANO CALABRO tel. 0983508823 – e-mail: cpicorigliano@regione.calabria.it Segui il link:


Soverato.
AZIENDA DEL SETTORE INDUSTRIA-METALMECCANICO CON SEDE A VILLORBA (TV) - 08/04/2021
Ricerca N. 10 ELETTRICISTI/TERMOIDRAULICI DA INSERIRE NEL PROPRIO ORGANICO. ... IL LAVORO CONSISTERA' NELL'INSTALLAZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI CIVILI ED INDUSTRIALI, FOTOVOLTAICI, CABLAGGIO QUADRI ELETTRICI, INSTALLAZIONE IMPIANTI TERMOIDRAULICI CIVILI ED INDUSTRIALI.
E' RICHIESTA PRECEDENTE ESPERIENZA NEL SETTORE DI 3/5 ANNI.
IL LUOGO DI LAVORO E' TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE MA POTREBBE ESSERE ANCHE L'ESTERO.
IL CONTRATTO DI LAVORO POTRA' ESSERE SIA A TEMPO DETERMINATO CHE INDETERMINATO FULL TIME.
GLI INTERESSATI POSSONO INVIARE CV A: rialservicesrl@gmail.com, INDICANDO NELL'OGGETTO LA MANSIONE PER LA QUALE SI INOLTRA LA CANDIDATURA
Vuoi sapere di più? Segui il link:


Soverato.
CPI SOVERATO OFFERTE LAVORO STAGIONALE - OFFERTE LAVORO SETTORE TURISTICO - 08/04/2021

SI RICERCANO N. 35 FIGURE PROFESSIONALI NEL SETTORE TURISTICO. IN PARTICOLARE LE POSIZIONI VACANTI SONO LE SEGUENTI:
N. 1 CUOCO CAPO PARTITA
N. 1 CUOCO PASTICCERE
N. 2 AIUTO CUOCO
N. 1 COMMIS DI SALA
N. 8 AIUTO CAMERIERE
N. 3 LAVAPIATTI
N. 10 GOVERNANTI AI PIANI ( 8 STAGIONALI, 2 A TEMPO INDETERMINATO)
N. 3 RECEPTIONIST LINGUA INGLESE/TEDESCO (2 STAGIONALI, 1 TEMPO INDETERMINATO)
N. 2 ANIMATORI TURISTICI
N. 2 BAGNINI
N. 1 ECONOMO/MAGAZZINIERE (TEMPO INDETERMINATO)
N. 1 AUTISTA CON PATENTE D

SEDE DI LAVORO MONTEPAONE

GLI INTERESSATI POSSONO INOLTRARE CV A: selezione.fac@gmail.com

Vuoi sapere di più? Segui il link:

Understanding Comics...

Boston. L'autore della celebre serie "fumettistica" di Understanding Comics ossia Scott McCloud , 54enne di Boston, nel 1993 ha realizzato un libro di 224 pagine in bianco e nero (con una sezione di 8 pagine a colori) dal titolo appunto "Understanding Comics - The Invisible Art".
Comprendere il fumetto, questo è il titolo in italiano, è stato tradotto in 16 lingue e le sue idee sono state applicate in altri campi come la progettazione di giochi, l'animazione, lo sviluppo web e la progettazione di interfacce. Vincitore del premio Harvey ed Eisner, del premio Alph'art ad Angoulême, ecc.

Gli argomenti includono:

Definizioni, storia e potenziale.
Iconografia visiva e suoi effetti.
Chiusura, partecipazione del lettore tra i panel.
Dinamica dell'immagine-parola.
Tempo e movimento.
La psicologia degli stili di linea e del colore. Fumetti e processo artistico.

Understanding Comics is a wide-ranging exploration of the definition, history, vocabulary, and methods of the medium of comics. An attempt to formalize the study of comics, it is itself in comics form.

The book's overarching argument is that comics are defined by the primacy of sequences of images. McCloud also introduced the concept of "closure", to refer to a reader's role in closing narrative gaps between comics panels. The book argues that comics employ nonlinear narratives because they rely on the reader's choices and interactions.

The book begins with a discussion of the concept of visual literacy and a history of narrative in visual media. McCloud mentions, among other early works of graphic narrative, Uhe Bayeux Tapestry, as an antecedent to comics. Understanding Comics posits Swiss caricaturist Rodolphe Töpffer as in many ways "the father of the modern comic." McCloud emphasizes Töpffer's use of "cartooning and panel borders" along with "the first interdependent combination of words and pictures seen in Europe."

Sudan il Bianco...

Ol Pejeta. Il suo nome era Sudan ed è l'ultimo rinoceronte settentrionale bianco di sesso maschile che era rimasto sulla faccia della Terra. L’ultimo individuo maschio di rinoceronte bianco settentrionale è, infatti, morto il 19 marzo 2018 in Kenya, nella riserva di Ol Pejeta Conservancy.

Aveva 45 anni ed era malato da tempo, tanto che è stato necessario praticare l’eutanasia all’animale per evitargli ulteriori sofferenze. Ora della sottospecie restano solo 2 femmine, anch’esse anziane. La sottospecie è segnata.

La scomparsa di Sudan non puo non essere un momento di attenta riflessione sulla gravissima crisi della biodiversità e la perdita di specie che il pianeta sta subendo.

La morte di Sudan segna non solo la fine della strada per una delle 5 sottospecie, ma è anche il simbolo della inaccettabile velocità con cui stiamo perdendo la biodiversità del nostro pianeta. La nostra azione ha amplificato forse anche di 1.000 volte il normale tasso di estinzione delle specie sulla Terra, tanto che gli scienziati parlano ormai di sesta estinzione di massa.

Sudan (1973 – 19 March 2018) was a captive northern white rhinoceros (Ceratotherium simum cottoni) that lived at the Dvůr Králové Zoo in the Czech Republic from 1975 to 2009, and the rest of his life at the Ol Pejeta Conservancy in Laikipia, Kenya.

At the time of his death, he was one of only three living northern white rhinoceroses in the world, and the last known male of his subspecies. Sudan was euthanised on 19 March 2018, after suffering from "age-related complications".

Turismo in Calabria!

In Calabria

"Dove Mangiare in Calabria" e "Dove Dormire in Calabria" sono due delle tre finestre che Calabria & Turismo dedica a tutte le attività e/o imprese che hanno voglia di distinguersi nel panorama turistico regionale e nazionale nell'ambito della ristorazione e accoglienza calabrese, dimostrando di prestare attenzione alle esigenze dei clienti e turisti italiani e stranieri, offrendo elevati standard qualitativi e ottime doti di serietà, professionalità e ospitalità. L'altra finestra che s'intitola "Cosa Visitare in Calabria" si occuperà, di volta in volta, di farvi scoprire gli angoli più belli e caratteristici della nostra Regione!


Circumnavigando

Coast to Coast

Viaggio lungo le coste "tirrenica" e "ionica" della Calabria verso le spiagge...

Viaggio verso i Mari del Sud

On the Road

On the Road parla oggi di Scilla: tra mitologia, storia, leggenda e poetiche immagini alimentate...

In cerca di Miti e Leggende

Time Out

Time Out si occupa questa settimana di due antichi borghi calabresi: Oriolo e Chianalea...

Su e giù per le Strade del Tempo

In Evidenza

"Settembre al Parco" anche quest'anno ha portato la grande musica a Catanzaro...

Farsi cullare dalle Note del Cuore

Escursioni

Il parco Nazionale dell'Aspromonte è un'area naturale protetta in provincia di Reggio...

A passeggio tra le Vie della Natura

Itinerari

Itinerando in Calabria da Tropea a Scilla, sulla costa tirrenica, fino ad arrivare sui rilievi...

Alla scoperta della Magna Grecia
client
client
client
client
client
client

100000+ Visite